Le Cronache Lucane

IN BASILICATA QUASI MAI LA POVERTÀ È ASSOLUTA

lettere lucane

Leggo analisi assai preoccupate sulla crescente povertà dei lucani. E non dico che non si faccia bene ad analizzare il fenomeno, sopratutto per offrire strumenti concreti di intervento al legislatore, però sento di dover sottolineare il fatto che la povertà in Basilicata è assoluta soltanto in una piccola percentuale di casi, anche quando i dati sembrerebbero dirci il contrario. Ovviamente posso dire ciò che dico perché non debbo candidarmi alle elezioni, altrimenti una simile riflessione non avrei mai potuta farla. Dunque, mediamente in Basilicata sono in molti ad avere una casa di proprietà, un famigliare pensionato, un piccolo terreno da coltivare o un lavoro saltuario in nero; aggiungo che mediamente il costo della vita è molto basso, sopratutto nelle realtà extraurbane e, principalmente, nel settore più problematico, quello immobiliare. Questo non significa che le condizioni di vita di migliaia di lucani non siano contigue alla povertà, ma la povertà è un’altra cosa, e si dovrebbe misurare anzitutto con due parametri inoppugnabili: la mancanza di un casa dove vivere e di cibo con cui sfamarsi. Francamente si rischia maggiormente la povertà – in assenza di un lavoro stabile e di una casa di proprietà – nelle città medie e grandi, perché in città non è possibile trovare case in affitto a canone basso come in un piccolo paese. Nelle città stanno rapidamente crollando le partite Iva, i commercianti, chi ha una separazione alle spalle, liberi professionisti in stato di difficoltà sanitaria, anziani con pensioni sociali, ecc. In paese, a parità di condizioni socio-economiche, in qualche modo si può sopravvivere: in città si rischia di andare sotto ai ponti. Non dico che sia una grande prospettiva la sopravvivenza in paese, ma almeno si evita quel tracollo economico e psicologico che in questo momento stanno vivendo in città decine di migliaia di persone.

diconsoli@lecronache.info

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com