Le Cronache Lucane

ANGELINO: “BENNARDI SI VERGOGNI, CHI FA IMPRESA VA SOSTENUTO E NON RESPINTO”

L’attacco al sindaco di Matera da parte dell’UDC della provincia di Matera

Il Consiglio comunale di Matera nella seduta del 20 febbraio ha negato l’autorizzazione alla variante urbanistica che avrebbe consentito di costruire un teatro tenda in un’area agricola a ridosso di Borgo Venusio. Parte così il comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Domenico Bennardi, a trazione Movimento 5 Stelle e sostenuta anche da Europa Verde-PSI, Matera 3.0 e Volt.

La motivazione? Sarebbe venuto meno l’interesse pubblico, gli eventi per “Matera 2019”, per il quale nel 2018 gli imprenditori interessati avevano chiesto già alla precedente giunta comunale l’autorizzazione alla variante urbanistica necessaria per realizzare l’investimento su un suolo acquistato come terreno agricolo. I grillini di Matera, guidati dal sindaco grillino Bennardi, ancora una volta hanno imposto ai propri alleati la propria visione di città. Con la solita filastrocca già sbandierata in campagna elettorale che prevede il no al consumo di nuovo suolo e sì alla tutela dell’ambiente, del paesaggio rurale e del patrimonio culturale è stato negato agli imprenditori la possibilità di realizzare a proprie spese un nuovo contenitore culturale a pochi chilometri dal centro cittadino, per ospitare quei grandi eventi che non si potranno mai organizzare per esempio al teatro Duni. Per chi organizza eventi un conto infatti è avere una disponibilità di mille posti, tanti ne dispone il teatro Duni e un altro è poter contare su almeno 2500 spettatori, capacità prevista per il progetto a Venusio.

Il “Gran teatro” di Matera, questo il nome scelto dall’impresa per il nuovo teatro tenda al borgo Venusio, per i grillini non s’ha da fare. Il Movimento 5 Stelle di Matera e il sindaco Bennardi con il cinismo che contraddistingue questi dilettanti allo sbaraglio, hanno negato in Consiglio comunale la possibilità di creare nuovi posti di lavoro con la scusa della tutela dell’ambiente. Ma questi signori hanno visto almeno il progetto prima di provare a giustificare una scelta vergognosa come quella registrata nell’ultima seduta del Consiglio comunale? Quando si tratta di sistemare gli amici degli amici nel palazzo comunale nessuno deve aprire bocca perché i grillini non devono giustificare nulla a nessuno, quando si tratta di favorire occupazione e sviluppo dell’economia non solo dicono no ma pretendono anche di giustificare con argomenti che non stanno né in cielo né in terra le scellerate decisioni politiche che penalizzano Matera e tutto il territorio che potrebbe essere favorito da nuovi investimenti. Il progetto del Gran teatro al borgo Venusio per il momento resta nel cassetto.

Ma se nessuno, quando i grillini non saranno più al governo della città, vorrà nuovamente provarci, il Movimento 5 Stelle avrà sulla coscienza anche questo “No” pesante che avrà messo la pietra tombale sullo sviluppo della nostra città. Una città a vocazione turistica come Matera ha bisogno infatti di strutture adeguate per ospitare grandi eventi. Matera 2019, caro sindaco Bennardi, non è solo l’anno in cui Matera è stata capitale europea della cultura. Matera 2019 doveva essere un trampolino di lancio per nuove occasioni di sviluppo della città dei Sassi, invece con la scelta di affossare il progetto del “Gran teatro” al borgo Venusio la sua Amministrazione si sta confermando la peggiore di sempre nella storia di Matera.

 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com