Le Cronache Lucane

VERDI, TEMPA ROSSA: “ALTRO CHE CAPPOTTI, SI INTERVENGA”

Mentre a Tempa Rossa continuano le fiammate e non passa ormai giorno in cui la società civile lucana ponga, di nuovo e costantemente, l’attenzione sulla questione tutto tace alla Regione

Tutti ormai sottolineano il triste spettacolo messo in scena dalla Regione e dalla Total, teatrino che non rasserena nessuno, anzi ha un effetto contrario, monta la rabbia e la sfiducia verso chi era deputato istituzionalmente alla tutela della salute pubblica.

E delle fiammate di Tisci? Pareva pronto ad un intervento immediato e duro, si son perse le tracce? Le sanzioni sono scivolate via dal tavolo

Lo ribadiamo con forza: la Regione Basilicata abbia la forza ed il coraggio di intervenire tempestivamente, abbia la forza ed il coraggio di sospendere le attività fino alla soluzione trasparente e condivisa del problema.

Applichi gli strumenti contrattuali e legislativi previsti e torni ad assumere il ruolo di un ente pubblico territoriale che si pone sempre e comunque l’obiettivo di tutelare i suoi cittadini.

E’ finita l’ora della ricreazione con gli intrattenimenti e svaghi, chiediamo alla Regione di smetterla con i proclami e di lavorare seriamente istituendo subito un ufficio territoriale dell’Arpab a Corleto con le migliori professionalità, magari in sinergia con le Università e la partecipazione dei cittadini, per un effettivo e costante monitoraggio sul territorio, sanzionando comportamenti non in linea con la tutela dell’ambiente e la salute dei cittadini.

Caro assessore altro che cappotto, coibentazioni mancate e caldaie che non funzionano, come pare riferire Total, e vi chiediamo ancora: ma dove eravate durante le prove di produzione?

Rassicurate i cittadini con trasparenza e condivisione costante e pubblica dei dati,  gli strumenti ci sono i fondi pure tornate a lavoro, servono fatti e non proclami.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com