Le Cronache Lucane

NUOVI CONTAGI TRA I PIÙ GIOVANI E ALTRI TRE DECESSI IN 24 ORE

Il giorno più nero: 350 contagi su 2269 tamponi. In serata altre brutte notizie: confermato il focolaio nella Casa di riposo di Lagonegro

Nel giorno più nero dove si registrano ben 350 nuovi positivi su 2269 tamponi, il presidente della Regione Basilicata Bardi emana una nuova ordinanza. Nessuna restrizione in più rispetto ai giorni scorsi, ma con semplice ritardo il governatore lucano «conferma le disposizioni nazionali» a distanza di ormai diversi giorni dall’entrata in vigore della zona arancione. La situazione contagi non migliora, anzi. Tante le situazioni preoccupanti, a cominciare dai due capoluoghi: 57 i nuovi casi a Matera, 39 a Potenza. C’è ancora un decesso: si tratta di un 67enne di Lavello. Ci sono fortunatamente ben 47 guariti, mentre i ricoveri salgono a quota 164, (154 nella giornata precedente) di cui 23 in Terapia intensiva. Confermato come annunciato ieri da queste colonne il focolaio nella Casa di riposo di Lagonegro con 18 nuovi casi.

ALTRE 2 VITTIME, A ROTONDA E MONTESCAGLISOSO

In serata giungono altre terribili notizie. Arriva da Rotonda la notizia del sindaco di un nuovo decesso. Non ce l’ha fatta una anziana ricoverata in ospedale a Cosenza. Ancora una vittima lucana positiva al virus, a perdere la vita è stata una persona di Montescaglioso che si trovava ricoverata in ospedale a Matera. «Purtroppo, con immensa tristezza, dobbiamo annunciare che un nostro concittadino, ricoverato presso l’Ospedale Madonna delle Grazie di Matera e già positivo al Coronavirus, è venuto a mancare. Una brutta notizia che speravano di non dover mai annunciare», ha commentato via social il sindaco Vincenzo Zito.

NUOVI CASI A ROTONDA E VIGGIANELLO

Non arrivano buone notizie da Rotonda e Viggianello, dove i due primi cittadini hanno comunicato nuovi contagi. «Altri 3 casi di concittadini positivi che si sommano ai 2 di questa mattina, sono stati registrati nel nostro Comune – ha scritto il sindaco di Rotonda Rocco Bruno – Tutti e tre i nuovi casi riguardano persone già in isolamento e collegate a casi già noti. Uno di essi riguarda un alunno dell’Istituto Don Bosco. Eravamo in attesa del tampone e in via del tutto preventiva e precauzionale questa mattina ne è stata disposta la chiusura». A Viggianello il sindaco Antonio Rizzo, che nel pomeriggio aveva informato circa la negatività dei tamponi effettuati lunedì tra i quali c’era anche il suo che si trovava in isolamento precauzionale, in diretta social ha comunicato «8 nuovi casi» e che la scuola rimarrà chiusa fino al 21.

SENISE: DOCENTE POSITIVO, SCUOLA CHIUSA

A causa della riscontrata positività di un docente, non residente a Senise, che lavora nell’istituto scolastico Nicola Sole, il sindaco Giuseppe Castronuovo ha sospeso le attività didattiche e chiuso l’Istituto fino al 21 novembre. Il provvedimento vale per tutte le classi delle scuole secondarie di primo grado e delle scuole primarie del plesso ‘San Pietro. Saranno subito attivati i protocolli per mappare i contatti del docente.

LATRONICO: 21 POSITIVI SU 150 TAMPONI, 4 SONO BAMBINI

Il vicesindaco di Latronico Vincenzo Castellano ha comunicato via social un aumento delle positività nella propria comunità. «Sono pervenuti i risultati dei tamponi effettuati martedì 10 in modalità drive in. Emerge, purtroppo, un brusco balzo in avanti nel numero dei positivi: nella giornata di oggi se ne registrano 21. Li stiamo contattando tutti attivando le procedure di tracciamento. Il totale sale, pertanto, a 41 positivi», ha scritto il vicesindaco. Latronico per tutta questa settimana sarà zona rossa, per una serie di misure adottate dall’Amministrazione Comunale proprio in attesa di fare il punto sulla situazione. «Avrei voluto annunciarvi con entusiasmo la mia negatività – ha postato il sindaco Fausto De Maria – purtroppo invece sono molto dispiaciuto perché stasera sono risultati 21 positivi tra i 150 tamponi eseguiti martedì mattina. Tra cui anche 4 bambini della scuola. Domani faremo le giuste valutazioni! Non c’è stata scelta migliore di sospendere la vita sociale nel paese per una settimana, e adesso stiamo lavorando per riportare la situazione sotto controllo!»

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com