Le Cronache Lucane

POTENZA, INTERROGAZIONE DEL CENTROSINISTRA SUL FUTURO DI ALCUNI LAVORATORI DELL’ACTA

I consiglieri comunali sottoscrittori Pierluigi Smaldone, Rocco Pergola, Angela Fuggetta, Vincenzo Telesca, Bianca Andretta, Francesco Flore, Angela Blasi e Roberto Falotico hanno presentato un’interrogazione urgente relativa ad alcuni lavoratori contrattualizzati da Acta a tempo determinato: «Premesso che alcuni lavoratori, per il tramite di una agenzia per il lavoro, svolgono attività e garantiscono l’erogazione dei servizi di pulizia, manutenzione e sorveglianza impianti sportivi e bagni pubblici prestati dalla società “ACTA S.p.A.”, presso le strutture e gli edifici comunali; gli stessi lavoratori – hanno premesso i consiglieri sono contrattualizzati fino al 16 novembre 2020 e, dopo aver beneficiato delle prestazioni CIG Covid per via della chiusura di diverse strutture del Comune, oggi svolgono regolarmente la loro attività.

Tuttavia, a oggi, non vi sono certezze sul futuro dei lavoratori sopra menzionati, in considerazione della scadenza del suddetto termine del 16 novembre 2020». Per tutte queste ragioni, sottese alla presentazione dell’interrogazione, i consiglieri di centrosinistra hanno chiesto «di conoscere quali azioni la Giunta comunale intenda mettere in campo in relazione alla vicenda descritta in premessa, considerando la difficile situazione di incertezza in cui versano i lavoratori suddetti, anche se giuridicamente non dipendenti comunali, di fatto chiamati a svolgere attività nell’interesse della collettività e presso le nostre sedi o strutture, oltre che le possibilità di garantire indirettamente ai suddetti lavoratori una proroga del rapporto di lavoro, ovvero una stabilizzazione» hanno concluso i consiglieri comunali sottoscrittori Pierluigi Smaldone, Rocco Pergola, Angela Fuggetta, Vincenzo Telesca, Bianca Andretta, Francesco Flore, Angela Blasi e Roberto Falotico.

Restando in tema Acta, l’azienda ha comunicato che a partire da ieri, le operazioni di raccolta dei rifiuti urbani, che si teneva alle ore 6.00, è anticipata alle ore 05.00 nelle zone urbane della città a particolare intensità di traffico. Il tutto si è reso, ha fatto sapere l’azienda, necessario per evitare particolari intralci e rallentamenti nella circolazione stradale cittadina nelle ore di punta o, più precisamente, negli orari di ingresso presso uffici , attività commerciali ed istituti scolastici. La decisione assunta dall’Amministratore Unico Camillo Naborre, è la «prima di una serie di azioni volte alla razionalizzazione e al miglioramento complessivo della gestione del servizio sul territorio cittadino».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti