Le Cronache Lucane

COTRAB, SALTA L’ACCORDO SUGLI STIPENDI

Trasporto pubblico locale (Tpl): non è stato raggiunto l’accordo con il Consorzio Cotrab per il pagamento delle spettanze ai lavoratori. Il tentativo di conciliazione tra Filt- Cgil, Uiltrasporti e Cotrab, conclusosi col mancato accorto, a seguito della procedura di raffreddamento e della richiesta di convocazione alla Commissione di sicurezza territoriale della Basilicata per esaminare le linee guida del Tpl emanate dal Governo il 7 settembre, si è dunque concluso con «un nulla di fatto». «Alle precise richieste delle Segreterie Regionali Filt-Cgil e Uiltrasporti – hanno dichiarato i rispettivi segretari regionali, Ditella e Cefola – di provvedere con sollecitudine al pagamento delle spettanze ai lavoratori, il Cotrab ha risposto che le ben note carenze finanziarie scaturite anche a seguito della sentenza del Tribunale amministrativo regionale (Tar) di Basilicata non danno la possibilità a garantire correntezza nelle spettanze dovute ai dipendenti e fornitori». A riguardo della entrata in vigore del nuovo Dpcm del 7 settembre, in cui vengono definite le linee guida per il Tpl che prevedono un load factor, la capienza, dell’80% con punte del 100%, le segreterie regionali Filt-Cgil e Uiltrasporti hanno evidenziato «le incertezze d’intervento e la mancanza di norme chiare e considerato che le Segreterie Nazionali hanno chiesto un immediato incontro a Anav, Asstra e Agens per definire i conseguenti interventi, e si attendono gli esiti di tale incontro. Nel contempo continueranno a monitorare il servizio e denunciare agli organi competenti eventuali criticità». Le segreterie regionali FiltCgil e Uiltrasporti non ritenedo conclusa positivamente la procedura di raffreddamento, «attiveranno la seconda fase propedeutica alla dichiarazione di sciopero». Nel contempo la Regione e le Provincie sono state, dai segretari regionali Ditella e Cefola, sollecitate «a una maggiore sensibilizzazione per snellire tutte le procedure di una burocrazia superata dalle esigenze di sopravvivenza dei lavoratori dell’intero settore».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti