Le Cronache Lucane

BASILICATA, LARGO AI VECCHI

Tacco&Spillo

Che l’Italia sia stato un Paese con velocità ridotte e rassegnazioni gerontocratiche era risaputo, ma che la Basilicata dovesse farne addirittura la principale regolazione del suo agire istituzionale chi mai l’avrebbe detto! Eppure a dispetto dei suoi anni migliori regalati per lo più alla Guardia di Finanza, l’andatura stanca e felpata e la vocalità subordinata a frequenti sincopi napoletane del quasi settantenne governatore della Regione Vito Bardi avrebbero dovuto quantomeno far allarmare i lucani che i suoi skill preferenziali sarebbero stati l’appartenenza napoletana e l’elevata soglia anagrafica.


Sul genius loci campano valgano per ora le silenziose considerazioni di fisiognomica astrale che molti si sono già fatti scrutando i volti esplicativi del trittico presidenziale Ferrara, Grauso e Calenda. Sull’ordine d’età utile ai reclutamenti, basterà invece citare il colpo d’ascia inferto ai giovani con la nomina a consulente scientifico dell’ottuagenario Leonardo Cuoco. Richiamata l’età del beneficiario il contratto valido per tutta la legislatura, ha l’ardire di sfidare perfino le leggi dell’esistenza biologica, riservandosi in caso di non augurabile dipartita di essere almeno un testamento olografico.


 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti