Le Cronache Lucane

MURO: SI DISCUTE DI RIPRESA ECONOMICA


Si è svolto presso la Sala consiliare di Muro Lucano, a sedute distanziate, con mascherine, Protezione Civile e Polizia Locale, il primo incontro tra Amministrazione ed attività commerciali. Una ripresa che sarà doppiamente difficoltosa in quanto Muro, a differenza di altri paesi, è legata alle norme imposte dal dissesto.

«La necessità di questa riunione – spiega il sindaco Setaro- nasce dal voler capire come gestire la Fase2 e quello che sarà il futuro delle attività che più sono toccate da questa emergenza Covid, e parliamo di tutto ciò che concerne il settore turistico,  i bar e ristoranti, ma anche il settore agricolo, nello specifico gli allevatori, che hanno avuto anche danni per quanto riguarda il periodo pasquale con le mancate vendite dell’agnello». Molte le perplessità espresse dai presenti in sala: dai baristi, con il caffè “da asporto” ed i costi dell’attività, le necessità di distanziamento sociale e il divieto di assembramento, ai ristoratori, che non potendo più ospitare pranzi, cene e cerimonie, vedono i loro alberghi e ristoranti vuoti ancora a lungo.

«Con gli atri colleghi sindaci e quindi con l’Anci -prosegue a spiegare Setaro- stiamo già cercando di dare degli input alla Regione, anche grazie al presidente De Caro, per far comprendere quali saranno le difficoltà in un futuro prossimo. Bar e ristoranti domani avranno problemi seri nel ripartire perché hanno finalità di aggregazione. Ci chiediamo quale sarà la modalità nuova di lavoro per loro e bisogna avere positività e lungimiranza. Nell’incontro abbiamo raccolto le istanze, percepito le problematiche attuali e la visione di questi imprenditori, per acquisirle e riportarle alla Regione e agli organi di governo. Ovviamente Muro vive una situazione diversa rispetto agli altri paesi, essendo Comune in dissesto, pertanto sto per scrivere una missiva al Governo ed alla Regione facendo presente che esistono Comuni in queste particolari condizioni. Intanto però stiamo pensando, con fondi comunali, di creare degli strumenti idonei per supportare i vari settori, dando una spinta, impulso e supporto. Con questo incontro si vuole ridisegnare e capire come ripartire con la speranza che la curva dei contagi cali ed il 1°giugno diventi lo start per iniziare una nuova fase». La capogruppo di minoranza Barbara Mariani, partecipe al dibattito con il consigliere Valentino Romaniello ha avanzato la proposta di una «soluzione razionale di mappatura delle attività commerciali, segnandone punti di forza e debolezza, capirne le opportunità specifiche, sarebbe auspicabile, ovviamente con la collaborazione degli Uffici tecnici e anche delle nostre stesse professionalità. Infine istituire l’Ufficio a servizio del cittadino, che tanto avevamo auspicato, e che ora tornerebbe utile in questo periodo emergenziale».

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti