Le Cronache Lucane

NUOVO SCIOPERO IN COSMOPOL

Le guardie giurate incroceranno le braccia il prossimo 1 e 2 aprile

Le organizzazioni sindacali di categoria hanno proclamato 2 giornate di sciopero dei lavoratori armati e non Cosmopol. Guardie giurate e portieri incroceranno le braccia per il mancato rispetto dell’accordo sottoscritto presso il Ministero dello sviluppo economico e del contratto nazionale. A proclamare lo sciopero i comparti della Triplice, Filcams, Fisascat e TuCS. “In particolar modo – fanno sapere da Cgil Cisl e Uil – l’azienda non ha ottemperato a quanto stabilito dall’articolo 12, con riferimento al premio di risultato, dichiarandosi indisponibile a discutere con le organizzazioni sindacali in merito alla piattaforma rivendicativa di secondo livello già presentata. La Cosmopol Basilicata non applicherebbe pedissequamente quanto disposto nel contratto collettivo di lavoro di settore in materia di retribuzione mensilizzata, indennità vacanza contrattuale, straordinari festivi, divise, versamento dei fondi previdenziali scelti dai lavoratori mediante modulo consegnato all’azienda Tfr. I sindacati, inoltre, evidenziano che l’azienda nonostante abbia attivato un ammortizzatore sociale non abbia fatto fruire alle guardie giurate le ferie maturate che hanno ancora un saldo positivo di permessi. A tutto ciò si aggiunga che dopo lo sciopero dell’8 marzo scorso, la Cosmopol avrebbe attuato una serie di azioni repressive nei confronti dei lavoratori spostandoli  

dai cantieri di appartenenza. La questione è stata già sottoposta al Prefetto di Potenza. Ritenendo inaccettabile l’atteggiamento della Cosmopol, nonostante lo sciopero dell’8 marzo e prima ancora dello stato di agitazione proclamato per tutto il mese di giugno dello scorso anno, CGIL CISL e UIL hanno proclamano un nuovo sciopero “in difesa dei lavoratori e dei loro diritti”.

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti