Le Cronache Lucane

FALCO RARO AMPUTATO DA PALE EOLICHE

Tagliata l’ala di un pregiato nibbio reale

Un magnifico esemplare di nibbio reale ha subito l’amputazione di un’ala tranciata dalle pale di un impianto eolico in località taverna di Ruoti. Risulta davvero difficilissimo stare dalla parte dell’eolico in Italia ed in Basilicata più specificamente. La regione, bella come poche, è ormai sfregiata da questi mostri orribili che ne hanno deturpato panorami una volta unici ed incontaminati. Ci sarebbe da discutere anche sull’utilità di questi mostruosi impianti e sull’effettiva energia che riescono produrre a fronte di un danno dello skyliner lucano ormai compromesso. Si aggiunga la sicurezza diminuita per delle pale che già si sono spezzate in passato ed in presenza di vento sono precipitate sulle auto in transito trasformandosi in ghigliottine pericolosissime. L’ultimo sfregio al patrimonio della fauna selvatica lucana si è consumato la scorsa settimana. I carabinieri forestali, su segnalazione privata provenuta al  1515, si sono immediatamente recati in località taverna di Ruoti. Qui i militari del comando stazione carabinieri forestali di Picerno hanno trovato il bellissimo esemplare di nibbio reale con l’ala amputata. Questo splendido rapace della razza Milvus milvus, un tempo presente dalla Toscana alla Sicilia, resiste in Italia in aree piuttosto circoscritte che trovano importanti roccaforti tra l’Appennino centro-meridionale, l’Aspromonte, l’entroterra siciliana, oltre una piccolissima area in Sardegna. Il nibbio reale, pertanto, risulta in uno stato di difficoltà che richiede la massima protezione. Il rapace, consegnato alla polizia ambientale regionale, è stato trasposto stato presso il centro Cras del Parco regionale di Gallipoli Cognato piccole Dolomiti Lucane per le relative cure e la successiva detenzione. Si tratta dell’ennesimo incidente che dovrebbe far riflettere sulla opportunità di mettere in opera parchi eolici selvaggi in una terra bella come quella di Basilicata che rischia di perdere le sue peculiarità paesaggistiche uniche nel loro genere. 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com