Le Cronache Lucane

SCANDALO BIMBI D’ITALIA

Rosa (FdI) continua a dare disagi a Giorgia Meloni, l’ultima bomba del Roma

Ha lanciato una nuova bomba il quotidiano Roma stamane. Gianni Rosa ne ha combinata un’altra. Dopo aver decimato Fratelli d’Italia per le sue mire personali, Rosa ha messo nuovamente in imbarazzo il partito di Giorgia Meloni. La miccia di innesco di questa “bomba” è collegata a un’iniziativa dai nobili intenti, ma condotta con modalità più che discutibili. In Basilicata è partita, durerà fino a tutto il periodo natalizio, la nuova edizione, “Bambini d’Italia”. Che è una raccolta fondi per comprare giocattoli nuovi da donare ai bambini della scuola primaria Rodari di rione Bucaletto a Potenza. Fin qui tutto bene. C’è il Natale, i regali, i bimbi e via discorrendo. Ma il partner dell’iniziativa è un’associazione operativa da soli circa quattro mesi e rappresentata da un personaggio molto “chiacchierato”. L’area di Fratelli d’Italia di Gianni Rosa ha individuato come responsabile gestore della raccolta fondi un uomo già conosciuto per le conseguenze delle proprie esperienze nei settori giovanili di vari ambiti. Il soggetto in questione è stato, tra l’altro, pure condannato per diffamazione. Oltre a essere finito più volte nel mirino degli inquirenti per una serie di notizie di reato. Ma vi è di più. Perchè è sotto processo, presso il Tribunale di Potenza, con l’accusa di essersi fatto pagare dai genitori di alcuni ragazzi sotto la promessa di un posto al sole, naturalmente mai arrivato, secondo la ricostruzione degli inquirenti. Nei diversi procedimenti a suo carico, il personaggio è stato anche attenzionato per una inziativa simile a quella dei “Bambini d’Italia”. Il caso ha riguardato una raccolta fondi per la realizzazione di un calendario per l’Associazione italiana persone down (Aipd). Soldi che però, stando a quanto emerso, non sarebbero mai arrivati all’Aipd. Fermo restando il garantismo giuridico,  la totale inopportunità politica di una gestione così superficiale non può essere sottaciuta. Il guastatore Rosa, ne ha sempre avuto per tutti. Ma se anche non sapesse dei precedenti del soggetto individuato, la cosa è anche peggiore. Stando così le cose, chissà se un Gianni Rosa governatore nominerebbe Dracula alla guida dell’Avis. Maggiori approfondimenti nel Roma in edicola

Ferdinando Moliterni

3807454583

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com