Le Cronache Lucane

«Ordinanza anti zanzare», multe fino a 500 euro per chi non rispetta le regole

Con l’ordinanza anti zanzare credo che il Comune di Torino abbia superato se stesso. Consulente, in questa materia, il famosissimo

Con l’ordinanza anti zanzare credo che il Comune di Torino abbia superato se stesso. Consulente, in questa materia, il famosissimo dott. Piretro…

«Ordinanza anti zanzare», multe fino a 500 euro per chi non rispetta le regole

Per impedire la proliferazione delle zanzare (in particolare della zanzara tigre) il Comune di Torino ha pubblicato un’ordinanza che disciplina i comportamenti che tutti i cittadini devono adottare

( di Adele Palumbo   05/07/2017 08:50:06)

  

TORINO – Arriva l’estate e, immancabilmente, torna a farsi vivo il problema delle zanzare. Per impedire la proliferazione di questi insettini (in particolare della zanzara tigre) il Comune di Torino ha pubblicato un’ordinanza che disciplina i comportamenti che tutti i cittadini devono tenere. Fin dal 2000 Torino attua interventi per il contrasto alla proliferazione delle zanzare sul proprio territorio, inserendosi nel contesto di un più ampio programma regionale, finanziato e regolamentato dalla Legge Regionale n°75/95, per limitare le infestazioni da zanzare mediante l’adozione di tecniche di controllo a basso impatto ambientale, non dannose per l’uomo e gli animali.

COME COMPORTARSI

Nell’ordinanza si leggono una serie di misure che i cittadini devono adottare per il fine comune di ridurre al minimo la proliferazione delle zanzare.

Nel dettaglio:

– non abbandonare contenitori, di qualunque natura, che possano contenere acqua piovana;

– utilizzare zanzariere;

– eliminare l’acqua che ristagna nei sottovasi di piante e fiori;

– sostituire di frequente l’acqua dei fiori nei vasi dei cimiteri;

– svuotare almeno ogni due settimane le vaschette dei condizionatori;

– controllare che le grondaie delle case non siano otturate;

– svuotare fontane e piscine non utilizzate ed eseguire trattamenti appositi antilarvici;

– controllare che annaffiatoi e secchi lasciati all’aperto non raccolgano acqua piovana

 

MULTA – La violazione dell’ordinanza anti zanzara comporta una pena pecuniaria che va da 25 a 500 euro (ai sensi dell’art 7bis del Decreto Legislativo del 18 agosto 2000 n. 267). Per maggiori informazioni è possibile contattare il Comune di Torino alla mail: zanzare@comune.torino.it  oppure la Regione Piemonte telefonando a IPLA S.p.A. al numero verde 800-171198 (dal lunedì al venerdì ore 9 – 17) o inviando una mail: zanzare@ipla.org. Tutte le segnalazioni saranno inoltrate agli operatori presenti sul territorio

 

Le Cronache Lucane
error: Contentuti protetti