ESCLUSIVA : non si può avere giustizia senza verità, per chi dice di volere “giustizia e verità” la verità non è la priorità, in realtà vuole solo vendetta. AVVOCATO Giovanni Pellacchia il suo PUNTO di VISTA in merito

La REDAZIONE di CRONACHE LUCANE si è occupata del CASO ed ha già intervistato la criminologa Ursula Franco, entrata ufficialmente a far parte del team difensivo del signor Paolo Foresta, difeso dall’avvocato Giovanni Pellacchia Leggi il seguito

ESCLUSIVA, MORTE DI ANNAMARIA SORRENTINO: LA DIFESA DEPOSITA UNA MEMORIA

"Come ormai sapete, nell’analisi di un interrogatorio, le domande non sono meno importanti delle risposte, ed è proprio l’analisi delle domande che permette di escludere una “contaminazione” da parte di chi interroga. In questo caso il rischio di “contaminazione” è doppio perché le parole del magistrato sono state “tradotte” nella lingua dei segni da un interprete." Leggi il seguito

LA CRIMINOLOGA URSULA FRANCO CI ILLUSTRA LE PRINCIPALI CAUSE DEGLI ERRORI GIUDIZIARI

Gli “errori giudiziari” non esistono, esistono solo “orrori giudiziari”, lo dico per il modo in cui vengono costruiti i castelli accusatori, sono dei copycat. Per impedire certi “orrori” servono PM, avvocati difensori, consulenti di accusa e difesa competenti, appassionati del proprio lavoro e amanti della verità e poi è necessario perseguire i millantatori che forniscono consulenze compiacenti alle procure. Le procure dovrebbero poi assumere esperti “contrarians” capaci di riconoscere il fenomeno della “Tunnel Vision”, che è un pregiudizio cognitivo che affligge i PM e che li induce a costruire un fasullo castello accusatorio grazie al supporto di consulenti partigiani sotto l’effetto della “Noble Cause Corruption” Leggi il seguito

CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: PER LA TERZA VOLTA FEDERICA SCIARELLI HA PUBBLICIZZATO IL SETTIMANALE GIALLO A CHI L’HA VISTO?, I VERTICI DELLA RAI DICANO SE È LECITO

L’autoregolamentazione della televisione pubblica ed il codice deontologico dei giornalisti vieta ai conduttori di fare pubblicità occulta nei loro programmi. Mi astengo dal giudicare i discutibili contenuti del settimanale, mi chiedo invece se sia lecito promuovere, peraltro con incredibile enfasi, un giornaletto come “Giallo” in una trasmissione di RAI3 senza l’avviso proprio dei messaggi promozionali Leggi il seguito

MORTE DI ANNAMARIA SORRENTINO, CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: IL “PROCESSO” A PAOLO FORESTA CELEBRATO IN UNO STUDIO TELEVISIVO È UNO SPETTACOLO OSCENO

Paolo Foresta è un ragazzo sordomuto. Per lui non è facile farsi capire da chi non conosce la lingua dei segni. Il suo linguaggio va interpretato e solo un conoscitore della lingua dei segni e della Statement Analysis applicata alla lingua dei segni potrebbe analizzare senza commettere errori ciò che lui riporta. In un paese nel quale molti pubblici ministeri non sanno né condurre, né analizzare un interrogatorio, immaginate che danni possono fare i giornalisti. In un paese normale, gli interrogatori del Foresta, condotti da un giornalista in uno studio televisivo, lascerebbero il tempo che trovano, purtroppo in Italia abbiamo invece assistito di frequente a processi mediatici che hanno messo in ombra la verità e distrutto le vite di soggetti innocenti. Leggi il seguito

CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: MI CHIEDO SE SIA LECITO PROMUOVERE IL SETTIMANALE GIALLO A CHI L’HA VISTO?, I VERTICI DELLA RAI DIANO SPIEGAZIONI

L'autoregolamentazione della televisione pubblica ed il codice deontologico dei giornalisti vieta ai conduttori di fare pubblicità occulta nei loro programmi. Mi astengo dal giudicare i discutibili contenuti del settimanale, mi chiedo invece se sia lecito promuovere, peraltro con incredibile enfasi, un giornaletto come “Giallo” in una trasmissione di RAI3 senza l’avviso proprio dei messaggi promozionali” Leggi il seguito
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com