CASO UNGUREANU: DANIEL E CRISTINA CIOCAN VITTIME DI UNO SPORCO PROCESSO MEDIATICO DI CUI NON E’ RESPONSABILE LA PROCURA DI BENEVENTO

Ad un mese dalla morte di Maria, c’è stato un corto circuito nelle indagini, il corto circuito ha coinciso con il momento in cui i RIS hanno isolato lo sperma del padre di Maria sulla sua maglietta e sulla copertina del suo lettino. Questo dato estremamente sensibile in un’indagine per violenza sessuale avrebbe dovuto illuminare il pubblico ministero fermo restando che è a tutti noto che la maggior parte degli abusi sessuali sui minori si consumano in famiglia. Peraltro gli inquirenti potevano contare su intercettazioni incriminanti tra i coniugi Ungureanu, intercettazioni di supporto all’ipotesi che ad abusare Maria fosse proprio il padre Marius. Leggi il seguito

SULLA INNOCENZA DEI FRATELLI CIOCAN CI AVEVAMO VISTO GIUSTO CON LA DOTTORESSA URSULA FRANCO

ARCHIVIAZIONE la notifica alle parti, di quanto deciso dalla Procura, è avvenuta questa mattina sia ai legali dei fratelli Ciocan sia al legale della famiglia Ungureanu Leggi il seguito