Luca Braia coordinatore del tavolo agricoltura con ministro Teresa Bellanova alla Leopolda

La sensibilità sull’ambiente diventa la leva per rilanciare l’agricoltura italiana e renderla più redditizia. Occorre un massiccio investimento in innovazione e ricerca per rilanciare il Made in Italy. Istituire una consulta al Ministero che si occupi di agricoltura e ambiente a cui dovrebbero partecipare specialisti, stakeholder e universitari che possano dare un contributo vero per la sostenibilità e il ruolo che l’agricoltura vi gioca dentro responsabilmente, diventando la soluzione per contrastare i cambiamenti climatici. Occorre però, al contempo, rafforzare la formazione continua degli agricoltori verso le nuove pratiche innovative e le tecnologie, occorre dare importanza e rilanciare, come abbiamo provato sempre a fare noi in Basilicata, gli istituti agrari permettendo alle aziende agricole scolastiche di accedere ai finanziamenti comunitari e così, elevare la qualità di scuola, istruzione, formazione e università nelle specializzazioni diverse che prevede oggi questo comparto. Leggi il seguito

LA politica SECONDO i 2 MATTEO

"Io sarei per non confermare Quota 100, ma temo che verrà confermata. Mio zio fa il vigile urbano e vorrebbe andare prima in pensione con Quota 100. Quelli come mio zio portano via 4 miliardi nell'anno appena trascorso, venti miliardi in tre anni e io vorrei che quei soldi fossero dati in busta paga ai lavoratori, alle famiglie e non a mio zio per andare prima in pensione" Leggi il seguito