Le Cronache Lucane

PROTOCOLLO TRA PARI OPPORTUNITÀ E ANCI

L’obbiettivo è prima di tutto combattere la violenza contro le donne, e poi garantire progetti e iniziative

Innanzitutto lotta senza quartiere alla violenza contro le donne e per realizzare questo obiettivo condividere e concretizzare progetti e iniziative a favore della parità di genere. Parte da qui l’intesa tra la Commissione Regionale Pari Opportunità e l’Anci della Basilicata sottoscritta oggi nella Sala consiliare della Provincia di Potenza alla presenza di una rappresentanza,per lo più donne, dei sindaci lucani.Nella fruizione dello spazio urbano, si legge nel protocollo sottoscritto, ogni cittadino ha bisogni e possibilità diverse ed una progettazione egualitaria deve considerare tali differenze ed in particolare quelle di genere, che condizionano il rapporto con la città in termini di accessibilità, sicurezza e, di conseguenza, benessere. La Commissione e l’Anci si impegnano ad individuare iniziative utili a favorire la diffusione di una cultura del rispetto delle diversità, dell’accoglienza e dell’inclusione, al fine di contrastare ogni forma di violenza come ad esempio la diffusione di messaggi pubblicitari sessisti. A fine si punta a promuovere attività di formazione/informazione sulle questioni di genere in ambito scolastico. Promuovere un approccio alla pianificazione territoriale attraverso il gender mainstreaming, favorendo una progettazione in cui le donne siano incluse, in ogni fase, sia come soggetti promotori che come utenti finali, al fine di una pari fruizione degli spazi e dei territori tra uomini e donne. In definitiva promuovere esostenere processi per la maggiorecomprensione delle cause delle disparità tra donne e uomini nelle nostre società e di identificare le strategie più adatte a combatterle.

Come iniziativa emblematica ma anche molto concreta la CommissionePari Opportunità e l’Anci si impegnano a superare una delle piùevidentidistorsioni della storia ed una delle forme di discriminazione più evidenti: l’assenza di strade, piazze, luoghi pubblici intitolati a donne. Pertanto l’impegno concreto nei prossimi mesi ed anni sarà, tra l’altro, quello di intitolare(Toponomastica) strade, piazze,aree verdi e spazi pubblici nei nostri comuni a personaggi femminili, per affermare e testimoniare l’effettivo valore sociale delle donne. In tal modo mettendo rimedio ad una delle tante palesi discriminazioni.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com