Le Cronache Lucane

LA BASILICATA POTREBBE ESSERE L’UNICA REGIONE A RIENTRARE NELLA “ZONA BIANCA”

Dal Ministero però frenano l’entusiasmo: «Difficile che quest’area possa scattare nel breve»

Secondo l’ultimo Dpcm, il governo ha deciso di introdurre un quarto tipo di classificazione per quanto riguarda le regioni italiane, ovvero: la zona bianca. Corrisponde alle caratteristiche della zona bianca quella circoscrizione in cui in cui si riscontra un Rt inferiore a 1 ma soprattutto si registrano settimanalmente un numero inferiore ai 50 casi ogni 100mila abitanti. Ovvero quelle zone dove sia la diffusione del virus che l’impegno del sistema sanitario sono molto bassi. È necessario sottolineare che venerdì prossimo nessuno verrà dichiarato in zona bianca dalla Cabina di regia. I dati ai quali si fa riferimento quando si valuta l’incidenza sono quelli della settimana precedente al monitoraggio. Dati già noti perché riguardano il periodo 18-24 gennaio.

Nella settimana appena conclusa la Basilicata ha avuto un’incidenza settimanale di 60,58 casi (contro i 96 dei sette giorni precedenti). Risulta, pertanto, vicina al limite dei 50, che se proseguirà il trend potrebbe raggiungere molto presto. In Basilicata dicono dal Ministero si è registrata un’incidenza settimanale pari a 60,58 casi. Si tratta di un caso virtuoso in quanto, solo una settimana prima, i dati segnavano 96. Se continuerà su questa strada, è possibile il raggiungimento dei 50 casi ogni 100mila abitanti. Il ministro Speranza ha tenuto a precisare come sia «difficile che quest’area possa scattare nel breve,ma iniziamo ad indicare un percorso di speranza per i mesi che verranno». Il ministro ha confermato che le limitazioni nelle aree interessate «saranno relative alle regole fondamentali come indossare le mascherine».

Facile presumere, quindi, la riapertura di ristoranti e bar, magari senza limiti di orario, così come quella dei musei (che già dovrebbero tornare operativi in zona gialla da sabato) e dei cinema. In dubbio la ripartenza degi sport di contatto, dal momento che Speranza si è soffermato sull’utilizzo delle mascherine, mentre piscine e palestre potrebbero finalmente avere il via libera nelle regioni bianche. Probabile poi l’ok per riaprire gli impianti sciistici (anche se la stagione, quando le prime regioni arriveranno nella fascia, rischia di essere già agli sgoccioli).

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com