Le Cronache Lucane

SCIOPERO DIPENDENTI PUBBLICI, «NECESSARIO IN QUESTO MOMENTO»

Il segretario lucano della CISL Gambardella spiega le ragioni della protesta rispondendo così alle polemiche

Il segretario della Cisl Basilicata spiega le ragioni dello sciopero dei lavoratori del pubblico impiego in programma per il 9 dicembre prossimo rispondendo così alle polemiche sull’opportunità della protesta in un momento così drammatico per l’Italia. «La lotta dei lavoratori del pubblico impiego è la nostra lotta -ha esordito Gambardella-: è la lotta di un paese che vuole guardare con rinnovata speranza al futuro. È la lotta di chi pensa che il Paese si risollevi solo con un grande investimento sulle infrastrutture pubbliche materiali e immateriali. La pubblica amministrazione è una di queste infrastrutture fondamentali. Come avremmo potuto gestire l’emergenza sanitaria senza l’infaticabile impegno dei lavoratori del pubblico impiego che in questo anno difficile hanno garantito il buon funzionamento dello Stato e degli enti locali assicurando la continuità di servizi fondamentali per la collettività?

Ecco perché è del tutto speciosa la polemica sulla opportunità dello sciopero del 9 dicembre della categoria del pubblico impiego. Se non ora, quando? Trovo piuttosto surreali le argomentazioni a supporto della tesi della inopportunità dello sciopero e del tutto inaccettabili gli attacchi volgari indirizzati al movimento sindacale confederale, ma è bene precisare che il sindacato non agisce per opportunismo: agisce per tutelare i diritti dei più debol»i. «Parliamo di lavoratori senza contratto da 12 anni, di lavoratori precari con contratti in scadenza, di famiglie che vivono sulla propria pelle l’incertezza di questo tempo. Senza la categoria del pubblico impiego verrebbero meno servizi fondamentali dello Stato. Lo sciopero del 9 dicembre è allora non solo opportuno ma necessario: necessario per una svolta radicale della pubblica amministrazione, ad ogni livello; necessario per avviare una profonda trasformazione del lavoro pubblico, a partire da un grande piano di digitalizzazione e formazione per mettere la nostra pubblica amministrazione al passo con i tempi e con le innovazioni tecnologiche» ha concluso il segretario regionale della Cisl.

 

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com