Le Cronache Lucane

MISURE DI PREVENZIONE COVID-19 PRESSO IL POLO INDUSTRIALE DI MELFI

Convocata dal Prefetto di Potenza una riunione finalizzata all’analisi e al potenziamento delle misure di prevenzione e di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID 2019 presso lo stabilimento FCA e, più in generale, nella zona industriale di San Nicola di Melfi

Convocata dal Prefetto di Potenza, Annunziato Vardé, si è tenuta nell’odierna mattinata, una riunione finalizzata all’analisi e al potenziamento delle misure di prevenzione e di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID 2019 presso lo stabilimento FCA e, più in generale, nella zona industriale di San Nicola di Melfi. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti del Dipartimento regionale delle Infrastrutture e Trasporti, del Servizio di Igiene e Sanità pubblica dell’A.S.P., il Responsabile dell’Ufficio del Personale FCA e le OO.SS., anche di categoria. Le OO.SS., dopo aver confermato che il vigente protocollo di sicurezza applicato dall’azienda ha garantito un sufficiente livello di tutela dei lavoratori – anche grazie al costante lavoro svolto dal Comitato interno di sicurezza -, hanno evidenziato, nondimeno, che alla luce dell’attuale aggravamento della situazione epidemiologica, occorre potenziare le misure anti-contagio, anche attraverso l’effettuazione di uno “screening” generalizzato.

Hanno ribadito, altresì, l’importanza di garantire le condizione di sicurezza a bordo dei mezzi del trasporto pubblico locale, sia in termini di capienza che di sanificazione ed igienizzazione degli stessi. Il rappresentante del Dipartimento delle Infrastrutture e Trasporti della Regione, al riguardo, ha confermato che in ottemperanza all’ordinanza del Presidente della Regione n. 42 dello scorso 9 novembre, è stato attuato il potenziamento delle corse per la zona industriale di Melfi. Peraltro, sono stati effettuati dalle Amministrazioni provinciali specifici controlli che, al momento, non hanno 2 evidenziato particolari criticità e ha chiesto di segnalare eventuali puntuali inosservanze delle prescrizioni in materia ed, in particolare, del limite del riempimento del 50% dei posti a sedere negli autobus del TPL, così da consentire specifici interventi della Regione e delle altre Istituzioni coinvolte per la pronta risoluzione delle criticità. Il rappresentante dell’ASP, ha illustrato le modalità di comunicazione con la FCA S.p.a. in caso di riscontro di casi di contagio da Sars-Cov 2 nonché del tracciamento, nei limiti delle possibilità organizzative dell’Azienda stessa.

Il Prefetto per quanto riguarda lo “screening” ai dipendenti prende atto che è in corso un approfondimento, a livello centrale, tra la FCA e le Segreterie nazionali delle OO.SS., ai fini di specifiche ulteriori iniziative per il tracciamento dei casi positivi asintomatici ed evidenzia, comunque, l’importanza di un monitoraggio costante da parte dell’ASP della situazione epidemiologica nel polo industriale di Melfi. Per quanto riguarda il tema del trasporto pubblico ha assicurato il rafforzamento dei controlli da parte delle forze di polizia, e nello specifico, della polizia stradale. Ha sollecitato, inoltre, la Regione a verificare periodicamente la rispondenza del numero delle corse e dei servizi svolti al reale fabbisogno dei lavoratori, affinché si intervenga prontamente in caso di insufficienze, anche in un’ottica di disincentivazione dell’utilizzo delle automobili private, mezzi di potenziale maggiore diffusione del contagio da Covid-19.

Il Prefetto, infine, nel confermare la sua piena disponibilità e collaborazione, ha assicurato – anche in vista di futuri ulteriori approfondimenti – la massima attenzione sul tema.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com