Le Cronache Lucane

AUMENTANO DI ORA IN ORA I CONTAGI

Ai 131 casi annunciati dalla task force in serata se ne aggiungono altri 85

Il Covid di ora in ora colpisce nuovi lucani. Sono 85 i nuovi casi positivi emersi nelle ultime ore in Basilicata che vanno ad aggiungersi agli altri 131 ufficializzati dalla Task Force regionale ufficializzati nella mattinata di ieri.

Le nuove positività verranno confermate oggi: Potenza e Matera le città più colpite. Si registrano nuovi casi ad Avigliano. Il sindaco di Matera, dove gli attuali positivi sono 118, ha firmato un’ordinanza che vieta l’utilizzo dei distributori automatici dalle 21 alle 5.
Sono circa 20 i casi accertati. Salgono a 62 i contagiati a Genzano. La sindaca ha lanciato un appello alla Regione dopo che il suo comune è divenatto il terata per il numero vi. Alla Regione è stato chiesto di trovare strutture adeguate per ospitare gli asintomatici e i pazienti che non richiedono cure ospedaliere per evitare nuovi contagi all’interno delle loro famiglie.
C’è preoccupazione anche a Lavello per sei anziani, ospiti di una casa di riposo risultati positivi al virus. Altri 3 casi positivi anche alla Fca di Melfi: una operaia della logistica residenti in Puglia, un operaio della Lastratura residente in Puglia e un operaio verniciatura della Basilicata.
A destare maggiore preoccupazione è stata la relazione dell’Istituto superiore di sanità che ha messo la Basilicata tra le regioni a «rischio elevato» di una trasmissione non controllata del è Sars-Cov-2.

«Siamo in una situazione compatibile con lo scenario 3 verso lo scenario 4», sintetizza il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro presentando il monitoraggio settimanale che indica la capacità di trasmissione del virus, l’Rt, a 1.70, fotografa una situazione in «rapido peggioramento» e invita i governatori a valutare «tempestive restrizioni». Restrizioni che il presidente Bardi ha subito messo in campo con una nuova ordinanza.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com