Le Cronache Lucane

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE, MERRA: «RAGGIUNTA L’INTESA CON COTRAB»

L’assessore spiega gli ultimi aggiornamenti. Zullino: «È la più importante riforma fatta fino a ora» e poi attacca sul mancato cambiamento

Lo stallo tra Cotrab e Regione sui prezzi del Trasporto pubblico locale sembra a un passo dallo sblocco. «Siamo arrivati finalmente ad un’intesa con il Cotrab, sia nel merito economico che per quanto riguarda l’espletamento dei servizi». Così ha esordito con soddisfazione, l’assessore regionale al ramo, Donatella Merra, che ha fornito una serie di importanti aggiornamenti. «Siamo di fronte ad un risultato fondamentale per l’intero territorio ha aggiunto Merra -, raggiunto tra l’altro in un momento difficilissimo a causa della pandemia in corso. Il corrispettivo per le aziende di trasporto è stato rinegoziato, mentre lo schema d’intesa verrà sottoposto all’attenzione della giunta regionale e dei presidenti delle Province, che a loro volta dovranno formulare gli atti aggiuntivi ai contratti in essere. L’accordo è importante anche dal punto di vista della rivisitazione dei servizi, che contempla molte delle esigenze che ci venivano rappresentate dall’utenza.

Mi riferisco ad esempio alle navette Bari-Matera, che da aggiuntivi diventano servizi base. Abbiamo chiesto a Cotrab la razionalizzazione di altri servizi, quali l’instradamento sulla Bradanica di molte linee operaie che dal Materano si dirigono verso l’area industriale di San Nicola di Melfi. Abbiamo inoltre ottenuto un servizio richiesto con forza negli anni precedenti: un servizio verso la città di Matera dall’area del Vulture».

Per quanto riguarda, invece, l’iter procedurale per la nuova gara del Tpl, Merra nell’assicurare sullo «stato di avanzamento», ha spiegato come «la redazione di un progetto di bigliettazione integrata sarà elemento fondamentale quando verranno affidati i nuovi servizi». Il consigliere regionale della Zullino, nel corso della conferenza congiunta con l’assessore Merra, ha messo in evidenza come quella della collega di partito sia « forse la più importante riforma strutturale messa in piedi in un anno e mezzo da questa maggioranza e che ora trova realizzazione nella conclusione dei primi elaborati di gara». «Parliamo di un nuovo accordo, fondamentale, raggiunto con il Cotrab ha spiegato Zullino e che si attendeva almeno da 15 anni.

Ora ci si potrà dedicare alla nuova gara: una gara europea che avrà un forte impatto sul tessuto sociale, varrà da qui ai prossimi quindici anni e muoverà nella sua interezza un miliardo di euro. Siamo riusciti finalmente a collegare una grande realtà turistica come Matera a città come Melfi, Rionero, Venosa e Lavello. Tutto questo dà il senso dell’importanza del collegamento dei territori sotto profilo turistico e lavorativo. Si tratta di un grande risultato». Poi torna sul mancato attuamento del cambiamento promesso in campagna elettorale, ma questo sarà tema di approfondimento nelle prossime edizioni. Merra ha fornito delucidazioni anche sulla Diga del Rendina.

«La relazione finale del professor Calabresi riguardante la possibilità di invasare nuovamente la diga e che è arrivata un giorno fa ha evidenziato l’assessore Merra è per noi un risultato importantissimo». Come affermato dall’assessore regionale, al maggio del 2019 nulla era ancora stato fatto. «Le prime indagini ha rimarcato Merra ci hanno consegnato risultati positivi, al punto che a maggio di quest’anno ho richiesto, in occasione di una riunione con la Direzione Dighe del Ministero, l’invaso parziale già per l’estate appena trascorsa. Se in un anno non avessimo profuso tutto questo sforzo, oggi la diga del Rendina sarebbe ancora un progetto fermo e non una potenziale risorsa per l’area Nord della Basilicata e della vicina Puglia». «Siamo riusciti, invece ha concluso l’assessore Merra -, a stralciare un milione di euro da quel fondo di 12 milioni di euro, tenuto nel cassetto dal 2014, per realizzare quello sfangamento che ad oggi il Consorzio arbitrariamente continua a ritenere inattivabile. Questo ci impone, inevitabilmente, anche una profonda riflessione politica».

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com