Le Cronache Lucane

UN MELO PER WALTER,NEL GIARDINO DEL CASTELLO

A Bella gli amici, la famiglia e pochi presenti hanno piantato un albero ad un mese dalla scomparsa del giovane

Ci sono simboli che aiutano la vita a germogliare ancora ed anche quando tutto sembra finito, finito non è se l’amore continua a germogliare in chi resta. Accade a Bella, dove in memoria di Walter Golia, giovane 26enne che ha perso la vita a seguito di un tragico incidente stradale un mese fa, è stato piantato un albero speciale, in un luogo altrettanto speciale.

A raccontaci di più è Valentina Di Carlo, «l’albero è stato donato dall’associazione INTI composta da Lorenzo Staderini, Gabriella Scattino e me, e la piantumazione è avvenuta nella giornata Fai. Tutto è nato da una idea semplice: omaggiare quella forza e vitalità che tanto ci manca di Walter. Ho chiesto il permesso alla famiglia per poter interrare un albero di mele rosse, frutto preferito di Walter oltre all’anguria, nel giardino del Castello aragonese di Bella che gestisco e curo come referente Fai da febbraio. Ho letto una poesia e poi ho invitato la famiglia e i pochissimi presenti a versare ad uno ad uno una manciata di terra per poter insieme piantare l’albero. All’evento, svoltosi nella giornata FAI, ha partecipato la Pro Loco il Borgo per quanto riguarda il servizio delle guide ma la piantumazione è avvenuta tra Fai e Associazione INTI» costituita quest’ultima con l’intento di contribuire alla salvaguardia del territorio lucano.

Per il Presidente Comitato Unicef di Potenza, Mario Coviello, concittadino bellese, è stato «un modo per ricordare ogni giorno il suo sorriso, la sua voglia di vivere, la grande umanità».

Amato e circondato da affetti, Walter ha lasciato in tutta la comunità un grande vuoto che cerca di essere colmato da un abbraccio simbolico e collettivo. Il giovane lavorava presso un negozio di frutta e verdura, dove, come tutti ricordano, «accoglieva i clienti sempre con il sorriso; un ragazzo modello, un esempio per tanti giovani; costruttore di entusiasmo; un lavoratore operoso, vivace ed umile».

In questa nuova pianta, la linfa di vita porterà nuove foglie e nuovi frutti, in un alternars

i di stagioni che accompagneranno la famiglia, i bellesi e anche il viaggio di Walter nella sua nuova vita.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com