Le Cronache Lucane

I PERDITEMPO

Tacco&Spillo


Se la capacità del governo regionale di centrodestra presieduto, tra un viaggio e l’altro per Napoli, dall’anziano governatore Vito Bardi, fosse stata analoga a quella trepidante con cui sono stati fatti annunci di ogni genere, anche quelli prossimi al nulla deliberato, allora la Basilicata si sarebbe trovata molto più preparata dinnanzi alla seconda ondata dei contagi che proprio in questi giorni difficili sta mostrando a tutti gli effetti della colpevole perdita di tempo. Eppure da quando l’assessore regionale alla sanità Rocco Leone ha lanciato il motto salutista del “paziente uno che se ne sta tranquillamente a casa a mangiare la pastasciutta con la mamma” ed il suo alter ego al dipartimento, Ernesto Esposito ha rincarato la dose filosofeggiando sulla carica virale dei debolmente positivi, le questioni di merito sono rimaste tutte irrisolte, se non perfino si sono aggravate. Del resto dalla gara deserta sull’approvvigionamento dei test all’assenza di un centro Covid, dalla ritardata disponibilità dei vaccini al dramma delle RSA, dal caos dei trasporti alla solitudine anarchica delle scuole c’è un triste e lungo elenco di inadempienze su cui si dovrebbe arrossire di vergogna anziché maramaldeggiare con battute in napoletano stretto perché come scrive Seneca “non è vero che abbiamo poco tempo. La verità è che ne sprechiamo molto”.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com