Le Cronache Lucane

PC BALVANO, IL SUCCESSO DI “IO NON RISCHIO”

Interviste ai sindaci, attività di messa in sicurezza delle abitazioni e video per non dimenticare
 


La campagna “Io non rischio 2020” spostata quest’anno nella “piazza virtuale” dei social, è stata un successo a Balvano dove la Protezione Civile locale ha dato il via ad una serie di eventi in streaming. Il “ricordo” è stato al centro del messaggio della campagna di prevenzione delle buone pratiche di protezione civile sul rischio terremoto, alluvione e maremoto; Balvano infatti fu uno dei comuni molto feriti dal sisma dell’80.

Proprio per questo la Protezione Civile ha inteso ripercorrere i “luoghi della memoria”, «posti importanti della storia del paese legati ad eventi sismici, per approfondirne la conoscenza ma anche i rischi realmente presenti sul territorio in cui viviamo. Imparando a conoscere la nostra Balvano e ponendo l’attenzione sulla differenza tra prima, durante e dopo il sisma del 1980» spiegano i volontari in divisa gialla.

Non solo, una interessante intervista doppia è stata realizzata ai due Sindaci di Balvano Ezio Di Carlo nel 1980, e l’attuale primo cittadino, Costantino Di Carlo.

Nel susseguirsi dei giorni, tante sono state ancora le iniziative per divulgare e sensibilizzare alla prevenzione dei rischi con molti collegamenti video: dalle semplici regole di base su come fissare alla parete mobili e suppellettili, «eliminando così dalla propria abitazione qualsiasi potenziale elemento di rischio, che durante una scossa tendono a rovesciarsi crollando addosso agli occupanti e ostruendo le possibili vie di fuga» alla «linea del tempo per dare un’idea visiva e materiale delle “tracce” che testimoniano che in un passato più o meno lontano, con frequenza più o meno significativa, i terremoti hanno colpito il nostro territorio e hanno prodotto danni, a partire dall’anno 1466».

E poi ancora l’intervista a Mario Trufelli, che si recò a Balvano, dove «il crollo della Chiesa Santa Maria Assunta fece una strage di fedeli, ben 66» per proseguire con Domenico Lavanga.

Tra i luoghi ripercorsi a ritroso nel tempo sino ad oggi, anche la visita virtuale alla sede della PC di Balvano, con il presidente Antonio Casciano, «l’associazione nacque nel 2008 -spiega- e dal 2009 ha sede presso l’ex casa delle suore a cui oggi il luogo è intitolato, Suor Francesca, Pierina e Caterina che furono tra le più presenti al momento del sisma dell’80».

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com