Le Cronache Lucane

POTENZA IN PIAZZA CONTRO L’OMOFOBIA

Associazioni, sindacati e cittadini sotto il Palazzo di Città per chiedere la revoca della mozione contro il Ddl Zan

“Potenza non è omofoba” avevano affermato in una conferenza stampa i consiglieri comunali di opposizione ma i toni della piazza erano più diretti come avete avuto modo di ascoltare. Tutti in mascherina, ma non per nascondersi ma per poter partecipare alla mobilitazione svoltasi sotto il Comune di Potenza, in piazza Matteotti, nel pieno rispetto delle regole anti contagio. I cittadini hanno scelto di ribellarsi a quanto accaduto con l’approvazione della mozione contro il Ddl Zan al Comune di Potenza teatro di affermazioni scioccanti sul tema, come quella del capogruppo di Fratelli d’Italia Napoli che aveva affermato che «L’omosessualità è contro natura».
Una manifestazione che ha visto la presenza di numerose associazioni del territorio, come Libera e l’Anpi Basilicata, l’Uds, l’Associazione Insieme Onlus, Arcigay Basilicata, Arci Basilicata, Cnca lucano, Agedo Potenza, Associazione Telefono donna. Striscioni, cartelloni e bandiere arcobaleno hanno sventolato sotto il Palazzo di Città per esprimere una ferma condanna e opporsi in ogni modo al linguaggio e alla diffusione del disprezzo, della discriminazione e della violenza.
«Questi atti discriminatori violano la dignità umana, ledono il principio di eguaglianza e comprimono la libertà e gli affetti delle persone. La paura irragionevole e immotivata nei confronti delle differenze per orientamento sessuale o identità di genere è frutto di pregiudizi e di stereotipi», queste le parole pronunciate dai partecipanti, parole di rivalsa per ribadire la loro lontananza ad simili atteggiamenti ed espressioni, per ricordare che potenza non è omofoba

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com