Le Cronache Lucane

MURO: TAMPONI PER MIGRANTI E OPERATORI

Nel giro di qualche giorno l’Asl di Potenza comunicherà l’esito dell’esame


Dopo l’arrivo dei 27 pakistani a Muro Lucano presso il Centro “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati- Sprar”, sono stati effettuati i tamponi sia agli ospiti, che al personale del Centro presente al momento del loro arrivo. Un passaggio che il sindaco Giovanni Setaro aveva già annunciato di voler effettuare per tranquillizzare i lavoratori e la popolazione murese, nonostante i giovani migranti fossero già stati sottoposti a visite e tamponi ad Udine, da dove sono partiti con un pullman diretto e dedicato.

Come asserisce telefonicamente la responsabile Giovanna Roscigno, «i beneficiari, dopo essere sati messi al corrente della procedura a cui dovevano nuovamente sottoporsi, non hanno mosso alcuna rimostranza o messo in atto atteggiamenti di rifiuto, ma in maniera collaborativa, si sono sottoposti all’esame. Così anche noi che lavoriamo nel Centro, che inoltre non siamo tornati a casa, ma abbiamo usufruito di abitazioni vuote o isolate per la notte, così da fare spola soltanto tra casa e lavoro, ed evitare contatti con familiari o persone esterne allo Sprar fino all’esito dei tamponi, che giungerà dall’Asp di Potenza».

Lo ricordiamo, i 27 pakistani giunti a Muro fanno parte di un gruppo di 211 migranti arrivati dalla rotta balcanica.  Anche il primo cittadino Setaro ieri dichiarava: «Ho preteso massima sicurezza per la mia comunità: seppur tutti negativi al tampone chiediamo ulteriori controlli».

Nel giro di qualche giorno si avranno anche gli esiti.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com