Le Cronache Lucane

A MURO IN VIAGGIO CON “DONNE E STORIE”

Una idea di “turismo esperienziale”: visitare il paese da turista e viverlo attraverso i personaggi dell’epoca


Visitare un luogo attraverso chi, a vario titolo ed in diverse epoche, l’ha vissuto in prima persona, e scoprirne la Storia tramite gli occhi e le parole delle donne: Accade a Muro Lucano, ed è l’obiettivo della storica Chiara Ponte, che unendo la ricerca storica e l’attività turistica che svolge nel suo paese da una decina d’anni, ha ideato con altre ragazze, un progetto di visita del paese “esperienziale”, con le donne della storia di Muro Lucano. È la stessa Ponte a spiegarci meglio in cosa consiste questa iniziativa piuttosto originale: «Figura chiave è la regina Giovanna I^ d’Angiò, che nel 1382 è imprigionata e assassinata nel castello di Muro. È un personaggio che affascina per la sua vita fuori dalle convenzioni – spiega la storica- e per i misteri che ruotano intorno al suo omicidio; una vita caratterizzata da amori, intrighi, giochi di potere e grandi tragedie. I turisti che scelgono di effettuare questo tipo di visita, in particolare scolaresche e gruppi organizzati, saranno guidati nel percorso dalla regina Giovanna che oltre a raccontare le sue vicende private, descriverà luoghi e i principali monumenti della città e lungo il percorso di visita, i turisti incontreranno, tra gli scorci più suggestivi del paese, numerosi personaggi femminili muresi di varie epoche».

La Storia non è stata fatta solo da personalità maschili divenute celebri o che hanno occupato spazi di visibilità e di potere. Così il visitatore vive la storia attraverso le vicende di una fanciulla vissuta nell’antica città di Numistrum ai tempi delle guerre tra romani e cartaginesi; della regina Giovanna di Napoli reclusa nella fortezza di Muro; della monaca Lucrezia Orsini e del suo misterioso quadro; della contessa di Muro Giovanna Frangipane della Tolfa, madre di un pontefice; di Benedetta Galella, mamma del piccolo Gerardo, che ripercorre la vita straordinaria del figlio, divenuto il Santo Patrono della Basilicata; di donne rivoluzionarie sostenitrici della Repubblica Napoletana del 1799; Maria, moglie del brigante Imbimbolo e donna coraggiosa.

Angela Mangone, Alessia Rendina, Francesca Setaro, Luciana Ferracane, Luisa Rendina, Antonella Corrado, Vittoria Cerone, Valentina Di Carlo insieme a Chiara Ponte incarnano e fanno rivivere i personaggi, Lorenzo per il giovane Brigante, ed i piccoli Riccardo e Alessandro.

Ai racconti di “Cronache di un borgo e delle sue donne”, e al saggio “Storia di una regina- Giovanna I d’Angiò e la sua tragica fine nel castello di Muro Lucano” della stessa autrice, si ispira un cortometraggio realizzato dai giovanissimi Felicia e Francesco Sarcinella. Il video, intitolato “Muro Lucano, viaggio nel tempo con le donne della sua storia” è visionabile su youtube: https://www.youtube.com/watch?v=A-AEu_aEl_0

 

Ad inaugurare la prima giornata di “turismo esperienziale murese”, la pluriennale agenzia “Ridola Viaggi” progetto Basilicata in Bus; per i 40 partecipanti materani (più ed un piccolo gruppo di baresi), Muro Lucano è stato il primo appuntamento di una serie itinerante per la regione.

Quest’anno nonostante il momento particolare, tante le richieste e gli aderenti. Info pagina Facebook: “Donne e Storie- Muro Lucano” o murolucano.donne.storie@gmail.com

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com