Le Cronache Lucane

ALLEVI SUONA LE NOTE DELL’ANIMA

Concerto del maestro e compositore a Campomaggiore dove, come sempre, ha saputo emozionare al pianoforte

“In realtà il meglio l’ho sempre dato quando ho perso l’equilibrio. Per me non è uno stato di pace da raggiungere ma una condizione in movimento”.
Queste le parole di Giovanni Allevi per descrivere l’ispirazione che l’ha portato alla sua ultima opera, non a caso dal titolo Equilibrium. Ed è proprio il bilanciamento tra le note che in un continuo cercarsi e inseguirsi danno vita alle sinfonie del maestro, pianista, compositore e scrittore originario di Ascoli Piceno.
Sono state le sue opere a dare il via in Basilicata alla stagione della musica con un concerto a Campomaggiore, nella città dell’utopia. Sarà un caso ma proprio dall’utopia, da questo assetto che non trova la sua dimensione nella realtà, la musica di Allevi accompagna i fortunati e pochi spettatori a causa delle restrizioni per il Covid, in un viaggio quasi mistico. Con la delicatezza ed i virtuosismi delle sue composizioni Allevi è riuscito a condurre gli ascoltatori in un mondo non reale, in un modo dove non c’è spazio per il corpo ma dove l’anima e le emozioni dettano le regole del tempo. Un artista a tutto tondo che trasmette la bontà e la delicatezza del suo parlare anche nelle sue opere che, per fortuna e per una volta, ha dipinto musica anche in Basilicata

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com