Le Cronache Lucane

BEL-ESTATE 2020

Ottimi dati per i Borghi Eccellenti Lucani: “premiano l’impegno degli amministratori, ora bisogna osare”


Sono oltre venti i Borghi aderenti alla rete BEL: Rapone, Castelgrande, San Fele, Bella, Filiano, Ruoti, Vietri di Potenza, Savoia di Lucania, Satriano di Lucania, Brienza, Sasso di Castalda, Vaglio Basilicata, Brindisi Montagna, Castelmezzano, Pietrapertosa, Salandra, Grumento Nova, Sarconi, Guardia Perticara, Missanello, Roccanova, San Severino Lucano, Viggianello.

Per i nostri borghi l’estate 2020 è partita con molte incognite e varie perplessità. L’emergenza Corona Virus certamente non ha creato né entusiasmi né serenità, ma nonostante ciò, molti
borghi hanno accettato la sfida applicando le varie misure di prevenzione e sicurezza e hanno affrontato la bella stagione nel miglior modo possibile. Pur non avendo organizzato e promosso
grandi eventi di attrazione -spiega il coordinamento BEL-  l’affluenza nei piccoli centri è stata e continua ad essere tanta.
Ciò che molti esperti prevedevano e ciò che noi della rete BEL speravamo, si è concretizzato: molti turisti hanno preferito e preferiscono passare le vacanze dell’estate 2020 in borghi piccoli, con ampi spazi e all’insegna del buon vivere. I numeri che ci giungono da molti dei Borghi Eccellenti Lucani sono buoni e, in alcuni casi, potremmo addirittura dire ottimi. Le presenze di visitatori, giunti prevalentemente dalla stessa Italia, sono davvero incoraggianti e fanno ben sperare per il
futuro che, necessariamente, dopo la sfida del Covid-19 , deve consolidare ed affermare nei nostri piccoli centri quell’identità turistica da tempo coltivata.

Nelle aree più di punta della nostra rete, come ad esempio Castelmezzano e Pietrapertosa le presenze al “Volo dell’Angelo” pare abbiano superato quelle di qualche anno fa, toccando già oggi oltre 9.000 voli, e nel comune di Pietrapertosa le presenze sono state circa 25.000. L’estate è ancora lunga e le prenotazioni nelle strutture ricettive fanno registrare il “sold aut”. Una situazione simile si sta verificando anche nel borgo del Melandro Sasso di Castalda con il “ponte alla luna” e a San Fele con le sue cascate. Nel “borgo delle cascate” si stanno registrando presenze significative. Gli amministratori registrano un dato singolare: quello di un turismo di prossimità regionale. Infatti molti sono i Lucani che stanno dedicando le vacanze 2020 alla scoperta della loroterra.
Nei restanti borghi BEL la situazione è stata ed è positiva un po’ ovunque, dal Pollino con San Severivo Lucano, dove le presenze sono addirittura raddoppiate rispetto agli anni precedenti
registrando una significativa presenza di stranieri, al Melandro nella Valle più dipinta d’Italia, a Brindisi Montagna, alle case di pietra di Guardia Perticara. Non mancano visitatori attratti dal fascino della collina Materana con il borgo di Salandra.

Questi dati e queste testimonianze fanno ben sperare per il futuro ma nello stesso tempo premiano l’impegno che gli amministratori locali da anni prestano alle loro comunità. Ora bisogna osare e non affidarsi solo ad un turismo estivo. Come già dimostrato negli anni appena trascorsi, bisogna puntare sulle cadenze festive di maggior attenzione, sui “ponti” dell’anno e su appuntamenti tematici legati alle tradizioni e alla cucina in modo da affermare quel concetto di turismo delle quattro stagioni.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com