Le Cronache Lucane

TRUFFE ON LINE, 7 DENUNCE IN REGIONE

I Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza hanno rivolto l’attenzione alla prevenzione dei reati informatici


Maggiore attenzione rivolta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza durante il periodo contraddistinto dall’emergenza epidemiologica da Coronavirus. In particolare l’impegno degli uomini dell’arma è stata rivolta alla prevenzione dei reati informatici in danno di coloro che navigano sul web, ma non essendo esperti, sono maggiormente soggetti ad incorrere in truffe, essendo esposti a possibili contatti con malintenzionati.
In tale ottica Carabinieri hanno individuato e deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 7 persone, responsabili, a vario titolo, di truffa via web, ai danni di ignari cittadini.
Nel dettaglio, all’esito di distinte indagini, è stato accertato che a
Lavello, un 53enne, dopo avere contattato telefonicamente un’anziana del posto, qualificandosi come dipendente di “Poste Italiane”, si è presentato presso l’abitazione della stessa e le ha consegnato un pacco, in cambio di euro 4.500. La scatola è poi risultata contenere materiale privo di valore. Ad Oppido Lucano, un 60enne, dopo avere posto in vendita oggetti artistici in ceramica, mediante inserzione sul sito online subito.it, ha indotto una donna del luogo, con artifizi e raggiri, ad accreditargli su Carta Postepay la somma di euro 200, quale corrispettivo per l’acquisto della merce pattuita.
Il venditore, però, incassati i soldi, ha poi omesso l’invio dei prodotti concordati.
Ad Abriola, un 31enne e una 25enne, dopo avere posto in vendita una console PS4, mediante inserzione sul sito online subito.it, si sono fatti versare, da una donna del posto, la cifra concordata di euro 150 su Carta Postepay, quale pagamento della merce. Anch’essi però, incassata la somma hanno poi omesso l’invio del prodotto pattuito.
A Pietragalla invece, una 21enne e una 48enne, dopo avere contattato telefonicamente un pensionato del luogo, lo hanno indotto a versare la somma di euro 192 su una carta prepagata Postepay, intestata a una delle due donne, quale rinnovo della polizza assicurativa auto, di fatto mai stipulato.
Infine a Baragiano, un 56enne, dopo avere posto in vendita cuccioli di razza Labrador, mediante inserzione sul sito subito.it, è riuscito a farsi accreditare, da un uomo del posto, la cifra stabilita di euro 300, quale pagamento del cane. Il venditore, però, incassati i soldi, si è reso irreperibile.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com