Le Cronache Lucane

IN BASILICATA POSITIVA AL COVID DONNA MOLDAVA

Contagio da rientro a Castronuovo di Sant’Andrea ma questa volta è una badante non residente in regione

Un nuovo caso di positività da Coronavirus è stato registrato nella giornata di ieri in Basilicata. Si tratta di un’altra cittadina moldava che si era da poco trasferita presso il Comune di Castronuovo di Sant’Andrea, in provincia di Potenza, per prestare servizio come badante. Si tratta della terza donna proveniente dalla Moldavia risultata positiva. Il caso, infatti, va ad aggiungersi ai due già registrati a Moliterno, che hanno riguardato altre due donne della stessa nazionalità attualmente ricoverate presso il reparto di malattie infettive dell’ospedale “San Carlo” di Potenza. La donna, che si era appena trasferita presso il Comune di poco più di mille abitanti, secondo alcune indiscrezioni, pare che provenisse da Gorgoglione. La certezza invece è che il neo caso di contagio acclarato si trovava nel Comune di Castronuovo da pochi giorni perché, la donna, avrebbe dovuto prendere servizio come badante presso l’abitazione di un’anziana del posto.

Preventivamente però, i parenti della signora che avrebbe dovuto ricevere le cure, hanno in via precauzionale comunicato al distretto dell’Asp competente, ovvero quello di Senise, della presenza della cittadina moldava per farla sottoporla a tampone rinofaringeo prima che la stessa prendesse servizio. Ciò al fine di accertarne l’ipotetica positività – poi confermata nonostante la donna fosse asintomatica – e prevenire così il contagio all’anziana. Nella giornata di sabato primo agosto, gli operatori dell’Unità Speciale Covid-19 che si erano recati sul posto per effettuare il tampone, comunicavano all’Amministrazione comunale l’esito positivo del test. Appresa la notizia il sindaco di Castronuovo di Sant’Andrea, Antonio Bulfaro, emanava una ordinanza con la quale si obbligava la badante a sottoporsi al canonico periodo di quarantena domiciliare come prescritto dalle vigenti normative in materia di Coronavirus. Contattato telefonicamente il primo cittadino del piccolo Comune in provincia di Potenza ci ha confermato che la persona positiva è rimasta, sin dal giorno del suo arrivo nel Comune ed in attesa che venisse sottoposta al tampone, presso una abitazione dove ha sempre abitato da sola e dove ha trascorso il periodo di isolamento preventivo ancor prima che venisse sottoposta al test.

Come da protocollo, terminata la quarantena, la donna verrà sottoposta nuovamente al test per verificarne la negatività. In questo periodo, però, le condizioni della paziente saranno comunque attenzionate dalle Unità sanitarie competenti. Non è questo il primo caso di contagio registrato a Castronuovo di Sant’Andrea come ci ha confermato il sindaco Bulfaro. Infatti in precedenza erano stati rilevati altri due contagi da Sars-Cov-2. Si trattava di due familiari, nello specifico padre e figlio, provenienti dalla Lombardia che, rientrati in regione e sottoposti alla profilassi del caso, risultarono contagiati. «Nella tristezza per aver appreso una notizia del genere – ha affermato il sindaco – l’unica nota positiva è che si tratta sempre di casi provenienti da fuori o casi di rientro e dunque non di residenti», per cui con le dovute attenzioni non è stata messa in pericolo la comunità.

Con questo caso restano dunque 2 i cittadini residenti in Basilicata attualmente positivi ai quali bisogna aggiungere le due badanti moldave ricoverate al “San Carlo”, 4 più il nuovo caso per un totale di 5 persone di nazionalità estera che si trovano in isolamento domiciliare in Basilicata; 31 cittadini stranieri in isolamento in strutture dedicate in Basilicata; 1 cittadino lucano in isolamento in Basilicata ma sottoposto a tampone in Emilia Romagna e lì conteggiato.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com