Le Cronache Lucane

UN CRISTO LIGNEO FLAGELLATO A MIGLIONICO

Lettere lucane


Almeno una volta all’anno vado a Miglionico per visitare il crocifisso ligneo di Padre Umile da Pietralia Soprana, portato in Lucania, a spalla, da Padre Eufemio nei primi del ‘600. Entro nella chiesa di Santa Maria Maggiore e sosto in silenzio al cospetto di questo Cristo flagellato, martoriato, insanguinato e sfregiato – raramente Cristo è stato rappresentato in tal modo nella storia dell’arte. Non ho mai capito, inoltre, se questo Cristo sia morto oppure se sia in procinto di morire – c’è qualcosa che lo rende ancora vivo, esausto e sfinito sull’estremo confine della vita. Ripeto, non ho mai visto Cristo rappresentato con tale violenza e brutalità splatter ante-litteram. Ogni volta che osservo questa meravigliosa e tragica scultura cerco sempre nuovi particolari, e indago con morbosità di cronista le ferite, i rivoli di sangue, le tumefazioni e le trafitture che i romani procurarono al Figlio di Dio, e che Padre Umile rappresentò con rara potenza espressiva. Questa scultura è una delle più importanti che la Basilicata possegga, benché di scuola siciliana – nessun artista lucano avrebbe mai scolpito Cristo crocifisso in tal modo, prevalendo nello spirito lucano la delicatezza e il pudore. Se osservate con attenzione il Cristo di Mel Gibson di “The passion of the Christ”, vi accorgerete che molto somiglia al Cristo di Padre Umile. Infatti quando Gibson era a Matera per girare il suo film, nottetempo si faceva accompagnare a Miglionico, e si faceva chiudere a chiave nella chiesa per tutta la notte per pregare davanti al Cristo ligneo flagellato. Quel film non fu un film tra tanti, ma un set prodigioso, pieno di misteri e di clamorose conversioni. Già immaginare Gibson chiuso per notti intere nella Chiesa di Santa Maria Maggiore fa capire chiaramente che quella pellicola fu girata sotto l’influsso di energie oscure e ineffabili.


diconsoli@lecronache.info

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com