Le Cronache Lucane

MORTE DI MAURO PAMIRO, CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: L’IPOTESI PIÙ PROBABILE È IL SUICIDIO, SI SMETTA DI RICAMARE

La morte interviene in seguito ai traumi chiusi, fratture ossee e degli organi interni, cui vanno incontro quando impattano con il terreno

UN CASO ALLA VOLTA 

criminologa URSULA FRANCO

MORTE DI MAURO PAMIRO, CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: L’IPOTESI PIÙ PROBABILE È IL SUICIDIO, SI SMETTA DI RICAMARE

Ai piedi di un cantiere di Crema è stato ritrovato morto Mauro Pamiro, 44 anni, insegnante di informatica e musicista.

La moglie Debora Stella è indagata per omicidio ed è al momento ricoverata in Psichiatria.

Debora Stella è assistita dall’avvocato Mario Palmieri.

Ne abbiamo parlato con la dottoressa Ursula Franco, medico e criminologo, allieva del professor Francesco Bruno e del dottor Peter Hyatt, uno dei massimi esperti mondiali di Statement Analysis (una tecnica di analisi di interviste ed interrogatori).
La Franco si occupa soprattutto di morti accidentali e suicidi scambiati per omicidi e di errori giudiziari.

È stata consulente dell’avvocato Giuseppe Marazzita, difensore di Michele Buoninconti; è consulente dell’avvocato Salvatore Verrillo, difensore di Daniel Ciocan; ha fornito una consulenza ai difensori di Stefano Binda dopo la condanna in primo grado all’ergastolo per l’omicidio di Lidia Macchi.

Binda, il 24 luglio 2019, è stato assolto per non aver commesso il fatto.

Dall’ottobre scorso, la Franco è consulente di Paolo Foresta, che è difeso dall’avvocato Giovanni Pellacchia.

Criminologa URSULA FRANCO
Dottoressa Franco, con i pochi dati a disposizione, provi a ricostruire i fatti che hanno condotto alla morte di Mauro Pamiro.

Sabato pomeriggio Mauro e sua moglie Debora si trovano a casa di amici, Mauro si allontana da solo in bicicletta intorno alle 18:00, raggiunge il cimitero, lascia la bicicletta, si toglie i sandali, si dirige verso il cantiere, si arrampica sulle impalcature e si lancia nel vuoto.


È probabile che Mauro e Debora avessero discusso in precedenza. Debora, non vedendolo tornare, potrebbe aver pensato che Mauro dovesse “sbollire”, per questo motivo non ha chiesto aiuto e una volta saputo della morte del marito, il senso di colpa l’ha fatta crollare psichicamente.

L’immagine da lei postata su Facebook di due uomini che si confrontano potrebbe essere un riferimento ad eventuali discussioni tra lei e il marito.


Il fatto che la bicicletta di Mauro Pamiro sia stata ritrovata al cimitero e nel cestino della stessa vi fosse uno dei suoi sandali permette di escludere che sia tornato a casa e che fosse scalzo perché in casa.

Secondo Il Fatto Quotidiano: “Il suo corpo era riverso su un fianco, con ferite alla testa e a un braccio. Ma tutto intorno, stando alle prime testimonianze, non c’era neanche una goccia di sangue. Si infittiscono i misteri intorno alla morte di Mauro Pamiro, il docente di informatica 44enne trovato morto in un cantiere edile a Crema lo scorso 29 giugno”, lei che ne pensa?

Nessun mistero. Pamiro è morto in seguito ad una precipitazione.


In questi soggetti vi è minima lesività esterna, a meno che durante la precipitazione non incontrino degli ostacoli.


La morte interviene in seguito ai traumi chiusi, fratture ossee e degli organi interni, cui vanno incontro quando impattano con il terreno.

Crema


Il cimitero, dove è stata trovava la bicicletta di Mauro Pamiro,

è a meno di 500 metri dal cantiere dove è stato ritrovato il suo corpo.


  •  

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com