Le Cronache Lucane

ROCCO SCOTELLARO FARÀ LUCE ANCORA PER SECOLI

Lettere lucane

Ho letto una recensione di Eliana Di Caro, giornalista materana del supplemento “Domenica” del “Sole 24 Ore”, su “Album di famiglia”, curato da Carmela Biscaglia, libro che raccoglie fotografie inedite di Rocco Scotellaro. Nell’articolo era possibile vederne anticipata qualcuna, e devo dire che ogni volta che vedo una nuova foto di Scotellaro mi prende un nodo in gola. Leggo Scotellaro dal 1992, e ogni volta scopro cose nuove, dettagli che non conoscevo.

Aveva solo 30 anni quando morì d’infarto. Confesso di aver sempre vissuto la sua presenza come una presenza paterna, a cui appoggiarmi. Eppure, se lo incontrassi adesso appena prima di morire in quel gelido 1953, mi troverei di fronte un ragazzo. A volte ho questa fantasia un po’ strana: m’immagino anziano, morto, nell’aldilà, innanzi a Scotellaro, uno dei grandi padri della mia Lucania sentimentale e morale. Ma mentre lo abbraccio mi accorgo che quel padre non solo potrebbe essere mio figlio, ma addirittura nipote.

Strano, no? Quanta luce che ha portato nella mia terra questo ragazzo coi capelli rossi, così tanta luce che per secoli si ricorderà ancora il suo nome glorioso. A trent’anni aveva già scritto alcune tra le più importanti poesie del ‘900, era stato sindaco del suo paese, fatto inchieste, scritto racconti, realizzato un ospedale, lottato contro il latifondo, era stato in galera per calunnia dei “luigini”, era emigrato e, infine, morto di crepacuore, perché la vita non gli aveva regalato nulla.

Quante cose si possono fare in trent’anni di vita? E perché i nostri giovani non lo sentono più come un punto di riferimento? Sarebbe bello se l’ansia di vita di questo ragazzo desse ancora forza alla nostra gioventù per non buttare via il tempo, il talento, il dovere morale di stare pienamente nelle inquietudini del presente, anche quando tutto crolla, anche quando il cuore non ce la fa più.

diconsoli@lecronache.info

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com