Le Cronache Lucane

L’ALCOLISMO NEI NOSTRI PAESI È UNA DOMANDA DI AMORE

Lettere Lucane

Mi ha molto colpito un articolo di Gianni Rivelli che, analizzando dati Istat, sottolinea come la Basilicata sia in testa alle classifiche nazionali per consumo di alcool. Il problema non è ovviamente recente, e viene da lontano, ma ultimamente, tornando a Rotonda, ho effettivamente notato qualcosa di nuovo: decine e decine di adolescenti accalcati fuori dai bar perennemente ubriachi. Per non parlare degli uomini più in là con gli anni, spesso col viso spento, tramortiti dalle troppe birre bevute e da solitudini atroci. Anche io da ragazzo tendevo a stordire il dolore e l’angoscia con il vino, e quindi conosco bene il malessere che può aggredirti nei paesi, dove il calore troppo spesso è solo apparente. Ma ora noto qualcosa di nuovo, di più profondo, che credo abbia a che fare con la difficoltà di comunicare pienamente i propri sentimenti e la propria identità.

L’articolo di Rivelli evidenzia come il problema riguardi principalmente gli uomini, e anche questo è un dato rilevante. Ci ho riflettuto molto, e sono arrivato a questa conclusione: che il problema principale è il rapporto con le donne. Ci avete fatto caso? Nei paesi gli uomini parlano quasi sempre con altri uomini, mentre le donne camminano furtive, sempre più chiuse e misteriose. È come se il dialogo tra il mondo femminile e quello maschile si fosse interrotto. Ovviamente parlo in generale, di una sensazione d’insieme. Forse a rendere così difficili i rapporti tra uomini e donne contribuiscono anche i social, che diffondono modelli irreali di uomini vincenti e di donne sempre in tiro e alla moda. Vorrei dire ai nostri ragazzi che invece sono meravigliosi proprio così come sono, con i loro difetti e le loro timidezze. Tornate a parlarvi. E ad accettarvi per quello che siete. Perché l’alcool aggiunge soltanto solitudine alla solitudine.

diconsoli@lecronache.info

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com