Le Cronache Lucane

AGORÀ VIRTUALE PER IL CONCORSO MURESE

Il racconto dell’insolita edizione 2020 si è svolto on line a causa del Covid; si lavora per una kermesse all’aperto in agosto


«Se il Covid divide, la scrittura unisce». Su questo presupposto ha avuto luogo l’appuntamento nell’agorà virtuale per raccontare il Premio Internazionale di Poesia e Narrativa, a tema libero, intitolato a San Gerardo Majella. Giugno è il mese che di consueto, da ormai 12 anni, vede Muro Lucano divenire centro della cultura, con il rinomato Premio e l’arrivo, da tutt’Italia isole comprese, di scrittori e poeti, spesso accompagnati dalle famiglie, che in occasione dell’evento, scoprono o riscoprono il paese, la sua antica storia e le bellezze naturalistiche. La kermesse è organizzata dall’Università delle Tre Età di Muro Lucano in conclusione dell’anno accademico.

 

Fermati dal Covid, tra mascherine, distanziamento e misure anti contagio, l’annuale appuntamento è stato rimandato probabilmente ad agosto, in luogo aperto. Intanto gli organizzatori non si scoraggiano, così il Presidente Unitre Cosimo Ponte e uno dei cofondatori del premio Alberto Iuzzolino, Senior Software Enginer, l’anima più tecnologica del Concorso, insieme al Presidente di Giuria, Professore Andrea Galgano e coordinati dalla giornalista Emanuela Calabrese, entrambi firme di Cronache Lucane, hanno portato in rete e condiviso con i cybernauti il racconto di questa edizione “inconsueta” del 2020.

Il lavoro del collegio giudicante nei mesi scorsi è andato avanti: gli stessi giurati infatti, i professori Giuseppe Autunno, Luigi Barbieri, Maria Antonietta Lordi, Lucia Marina Muscillo, con la presidenza di Galgano, hanno esaminato gli scritti anonimi, decretandone i vincitori, in quella che è la prima proclamazione pubblica se vogliamo. Andrea Galgano, Presidente di Giuria del Premio, Poeta e Docente di Letteratura presso la Scuola di Psicoterapia Erich Fromm di Prato e Padova prima dell’emergenza Covid era altresì impegnato nella promozione dell’ultimo suo lavoro: “Non vogliono morire questi canneti” edito da Capire Edizioni nella collana “I Passatori”, a cura di Davide Rondoni, uno dei più grandi poeti italiani, di cui si è anche discusso nel corso dell’incontro on-line.

Un evento di grande pregio quello del Premio internazionale San Gerardo Majella, che ha ricevuto il patrocinio non solo del Comune di Muro Lucano, ma quest’anno anche di Fidas, Fondazione con il Sud, Touring Club Italiano e WikiPoesia. Novantotto i componimenti pervenuti alla Giuria, in forma anonima, garantendo un’assoluta valutazione scevra da condizionamenti. Per 5 anni di seguito l’evento ha ricevuto la medaglia dal Presidente della Repubblica Mattarella e in seguito il plauso del presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. Ecco dunque i premiati: per la sezione BIG, “Tornerò a cercarti tra le foglie” di Vittorio di Ruocco, Pontecagnano, “Avremo” di Valeria D’Amico, Foggia e “Mosaico (Urlo di donna)” di Elisabetta Liberatore, Pratola Peligna (AQ); Poesia dialettale: “A giacca e pàtrima” di Angelo Canino, Acri (CS), “La cunzegna” di Milena Nigro, Muro Lucano e “Arèt’ e llastre” di Fausto Marseglia, Marano di Napoli;  Per la sezione narrativa: “Le Donne lo dicono” di Lucia Lo Bianco, Palermo; “Riflessi da un fondo di bottiglia” di Gabriele Andreani, Pesaro e “Clara” di Anna Maria Deodato, Palmi (RC);  e poi i premi speciali, legati a personaggi illustri di Muro Lucano: Premio Vincenzo Lordi “Amniotico Rio” di Duilio Martino, Taranto; Premio Mons. Mennonna “Intervista in paradiso” di Rita Muscardin, Savona; Premio Enzo Petraccone “1980” di Deodato; Premio Joseph Stella “Tu, magica istantanea” di Antonio Biancolillo, Trani; Premio della Critica a “Non soffia il vento” assegnato a Lo Bianco; Premio Città di Muro Lucano “Prima che…” di Paolo Grecchi, Codogno; Premio Unitre di Muro Lucano “Emoziuni” Gaetano Catalani, Ardore Marina (RC); Premio Fidas di Muro Lucano “O deritto e nascere” Enrico del Gaudio, Castellammare di Stabia; Premio Società Operaia di mutuo soccorso “L’Ulivo” di Maria Concetta De Marco, Agrigento.ÀÀ

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com