Le Cronache Lucane

Omicidio Dina Dore. Il legale della vittima dopo le dichiarazioni di Rocca in tv: “accuse che sanno di beffa”

Prossimamente ne discutiamo, in esclusiva per CRONACHE LUCANE, con la criminologa URSULA FRANCO

 

Omicidio Dina Dore. Rai 3 Franca Leosini intervista Francesco Rocca “Io non sono stato il mandante di niente”

Prossimamente ne discutiamo in esclusiva per CRONACHE LUCANE con la criminologa URSULA FRANCO 


«Storie Maledette ha concentrato l’attenzione sul punto di vista del condannato e sulla necessità della revisione del processo, senza una ricostruzione fedele degli atti che hanno portato a una sentenza all’ergastolo passata in giudicato e senza che comparissero adeguatamente le vittime»

Lo ha detto all’Ansa l’avvocato Annamaria Busia, legale della famiglia di Dina Dore, dopo la trasmissione di Rai3 con l’intervista a Francesco Rocca, il dentista di Gavoi condannato come mandante dell’omicidio della moglie che ha chiesto la revisione del processo.

«Non entro nel merito del processo e degli atti che hanno portato alla sentenza all’ergastolo in tre gradi di giudizio, che non si discute – attacca l’avvocatessa – parlo del fatto che Rocca in trasmissione ha potuto dare dei bugiardi ai testimoni, ha dileggiato quella povera ragazza che è stata la sua amante, si è fatto beffa delle vittime e ha dato degli incompetenti agli inquirenti. Per me è veramente troppo considerato che stiamo parlando della televisione pubblica.

«C’è stato inoltre – ha detto all’ANSA l’avvocato Busia, ex consigliera regionale e autrice della legge nazionale a tutela degli orfani di femminicidio – un utilizzo non fedele dei messaggi che Rocca inviava alla moglie, che hanno portato alla sentenza, mentre sono stati rievocati messaggi di contorno. Non sono vere inoltre le cose che ha detto di sua figlia che ha 12 anni, che si è rifiutata anche di vedere il promo della trasmissione»

FONTE Cronache Nuoresi :

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com