Le Cronache Lucane

OMICIDIO DI MARIASESTINA ARCURI, CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: GIORNALISTI IN COMPETIZIONE CON GLI ESPERTI E ZERBINI DELLE PROCURE

“ Perché i giornalisti meritevoli di essere definiti tali sono pochissimi.
Per la maggior parte di quelli che si occupano di cronaca la verità è un optional perché sono in competizione con gli esperti e sono zerbini delle procure“

Ursula Franco è medico e criminologo, è allieva di Peter Hyatt, uno dei massimi esperti mondiali di Statement Analysis (una tecnica di analisi di telefonate di soccorso, interviste ed interrogatori), si occupa soprattutto di morti accidentali e suicidi scambiati per omicidi e di errori giudiziari.

Criminologa URSULA FRANCO

È stata consulente dell’avvocato Giuseppe Marazzita, difensore di Michele Buoninconti;

è consulente dell’avvocato Salvatore Verrillo, difensore di Daniel Ciocan; ha fornito una consulenza ai difensori di Stefano Binda dopo la condanna in primo grado all’ergastolo per l’omicidio di Lidia Macchi.
Binda, il 24 luglio 2019, è stato assolto per non aver commesso il fatto.
Dall’ottobre scorso, la Franco è consulente di Paolo Foresta, che è difeso dall’avvocato Giovanni Pellacchia.

Criminologa Dott.ssa URSULA FRANCO
– Dottoressa Franco, è dal 23 maggio 2019 che lei sostiene che Mariasestina Arcuri è caduta dalle scale esterne dell’appartamento della Iezzi, la nonna di Andrea Landolfi, perché nessun giornalista si domanda se sia possibile che i fatti siano andati diversamente da come li ha ricostruiti la procura?
Le scale dalle quali è caduta Maria Sestina Arcuri

Perché i giornalisti meritevoli di essere definiti tali sono pochissimi.
Per la maggior parte di quelli che si occupano di cronaca la verità è un optional perché sono in competizione con gli esperti e sono zerbini delle procure.

– Abbiamo dato spazio alla sua ricostruzione dei fatti che è supportata dall’analisi degli atti, dov’è il problema?
Le scale dalle quali è caduta Maria Sestina Arcuri

La procura non ha congelato e non ha fatto analizzare la scena del crimine, ovvero le scale esterne dell’appartamento della Iezzi e la ricostruzione che prevede che Mariasestina sia caduta in casa dopo essere stata spinta o sollevata oltre la balaustra delle scale interne non regge. Mariasestina aveva una lesione da scoppio al cuoio capelluto, ovvero una classica lesione da precipitazione, perché volò giù dalle scale esterne dell’appartamento ed atterrò sul pianerottolo di mezzo, non perché fu sollevata o spinta oltre la balaustra delle scale interne.
E Andrea aveva contusioni perché prima che Mariasestina cadesse dalle scale esterne, i due fidanzati rotolarono giù dalle scale interne dell’appartamento ed in quell’occasione fu il Landolfi a farsi male. La seconda caduta fu una conseguenza della prima. È più chiaro così?

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri
– Dottoressa Franco, che consiglio si sente di dare a certi giornalisti?

Fate domanda ad Amazon

 

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com