Le Cronache Lucane

MORTE DI ELENA CESTE: COSA C’È DIETRO LA CONDANNA DI MICHELE BUONINCONTI?

Una maledizione sembra inseguire coloro che si sono avvicinati al caso Buoninconti / Ceste


MORTE DI ELENA CESTE: COSA C’È DIETRO LA CONDANNA DI MICHELE BUONINCONTI?
MICHELE BUONINCONTI
Una maledizione sembra inseguire coloro che si sono avvicinati al caso Buoninconti / Ceste
Il nome di tanti iniziali protagonisti è stato irrimediabilmente consegnato all’oblio.
La procura di Asti ha avviato un’indagine sull’operato del giudice che per primo condannò Buoninconti.
ROBERTO AMERIO
Nel dicembre scorso, il giudice Roberto Amerio ha infatti emesso due sentenze di condanna prima dell’arringa del difensore di uno dei due imputati.
Giuseppe Dezzani
Il geometra Giuseppe Dezzani, consulente informatico della procura di Asti nel caso Buoninconti, che aveva raccontato al giudice Amerio di essere laureato e che da anni si serviva sia del titolo di dottore che di quello di Ingegnere senza averne il diritto, è stato smascherato dalla Guardia di Finanza dell’Aquila.


Elvezio Pirfo, lo psichiatra consulente della procura di Asti, quello che per primo diagnosticò la psicosi alla Ceste e poi un disturbo ossessivo compulsivo a Buoninconti, è stato indagato per abuso d’ufficio e frode in pubbliche forniture e poi il caso è stato archiviato.
ELVEZIO PIRFO

La Procura di Torino indaga sulle email scomparse inviate dai medici di base per segnalare la presenza di pazienti positivi al Covid- 19 al Sisp dell’Asl di Torino, diretto dal dottor Roberto Testi, consulente medico legale delle parti civili nel caso Ceste Buoninconti.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com