Le Cronache Lucane

Basilicata, Terra di mezzo di un cronometraggio in crescita

LE ASSOCIAZIONI DI POTENZA E MATERA VERSO IL TRAGUARDO DEI 70 ANNI DI STORIA TRA SODDISFAZIONI IMPORTANTI E UNO SPORT CHE ESCE SEMPRE PIÙ DALL’ANGOLO

“Mare trasparente con spiagge dorate e in parte opposta scogli e pietre, colline Verdi di grano duro e olivi secolari, Monti aspri e irti a vedere i due mari”

START a SAVERIO ZOTTA che ci racconta le attività degli “SCHIACCIA BOTTONI” delle Associazioni di cronometristi FICr della Regione Basilicata

Questa è la nostra terra, due città, di cui una, Matera, famosa in tutto il mondo per i Sassi e reduce da un intenso 2019, in cui si è imposta all’attenzione di tutto il mondo come capitale europea della cultura.

Nel 2021 toccherà al nostro capoluogo, Potenza, segnalarsi come “Città europea dello sport”

Due città e due Associazioni di cronometristi FICr che in poco più di 70 anni hanno svolto un buon percorso di crescita, con soddisfazioni importanti non solo a livello locale ma su tutto il territorio nazionale e anche all’estero.

Ma vediamo, dai primi passi delle nostre Associazioni ad oggi, come si è evoluto il cronometraggio nella nostra regione.
L’Associazione di Matera nacque nel 1951, il primo segretario (non esisteva ancora la figura del presidente) fu Peppino Vadalà, con sei-sette cronos a formare il primo nucleo. Oggi l’Associazione conta 15 cronos più 5 allievi; dal 2003 il presidente è Piergiorgio Di Bari.
Nei ricordi belli dell’Associazione è giusto menzionare che, dopo una selezione nazionale, Vadalà e De Ruggieri parteciparono come cronometristi alle Olimpiadi di Roma ‘60.
Da ricordare, inoltre, due giorni di gare all’autodromo di Pergusa e l’emozione del 1° Rally dei Castelli Svevi in Puglia.
Con l’inaugurazione del campo sportivo comunale, si incrementarono le gare di atletica e incominciarono a nascere i primi rally, nelle regioni limitrofe e nella stessa Basilicata.
Il segretario Vadalà, nell’Assemblea nazionale svoltasi a Catania nel 1985, fu eletto revisore dei conti della FICr.

Intanto veniva eletto presidente dell’associazione di Matera il giovane Elio Di Bari, che traghettò l’Associazione sino al 1998.

In quel periodo Di Bari affrontò il nuovo evolversi della Federazione e l’incremento di richieste di gare nella provincia, portando l’Associazione ad alti livelli e creando una grande collaborazione con tutte le Associazioni limitrofe e non.

Dal 1998 al 2002 l’Associazione di Matera fu presieduta da Sergio Cicchetti che, dopo la scomparsa del cronometrista Franco Schiuma, con decisione unanime del direttivo e con l’autorizzazione della Segreteria generale della Federazione, nel 1999 cambiò il nome dell’Associazione in “Associazione provinciale di Matera Franco Schiuma”, cui, nel 2007, fu assegnata la Stella Coni di bronzo al Merito Sportivo.

Le discipline sportive cronometrate sono diverse e, grazie al continuo aggiornamento dei cronos, affrontate sul campo con la dovuta preparazione e l’apprezzamento degli organizzatori.

L’evento “Matera capitale della cultura europea” è risultato una vetrina importante, dove anche lo sport è stato protagonista, cronometristi compresi.
Passando all’Associazione di Potenza, anch’essa nata nel 1951 con 7 cronometristi, il suo primo segretario fu Vincenzo Palmieri (1951-1955), seguito da Salvatore Pica (1956-1964), Angelo Ierace (1965-1972), Vincenzo De Blasis
(1972-1973), Mario Petraglia (1973- 1996), il sottoscritto Saverio Zotta (1997-2001) e nuovamente Mario Petraglia dal 2002 ad oggi.

Associazione in grande crescita che, avvalendosi di attrezzature specialistiche e dell’impegno appassionato dei cronos, crea la giusta sinergia per esprimere alta professionalità.

A conferma di quanto detto, ci sono anche i vari corsi tenuti con i nostri istruttori presso le scuole medie superiori di Potenza.

Nella nostra piccola Regione, negli ultimi anni, si sono sviluppate diverse manifestazioni che prima non esistevano o erano marginali e, grazie alla collaborazione delle due Associazioni, è possibile far fronte a eventi sportivi straordinari quali, per il nuoto, il Trofeo delle Regioni o il Trofeo Torre del Faro con più di 1000 atleti e oltre 900 gare in tre giorni.

Altro impegno importante è La Notte dei Lupi, manifestazione di auto storiche interamente in notturna.
Ancora, sempre nelle auto storiche, la 500km della Basilicata, con arrivo nella perla del Tirreno, Maratea, per non citare le gare di slalom.

E nel 2019 abbiamo ospitato a Metaponto il 33°Trofeo delle Regioni di ciclismo.
Siamo stati presenti anche ai Giochi arabi di Abu Dhabi, con un cronos selezionato da Microgate: 14 giorni nel deserto a cronometrare gare di falconeria, un’esperienza eccezionale trasmessa a noi tutti con racconti e foto interessantissimi e con l’orgoglio di una piccola Regione che, in tal modo, si fa apprezzare per la qualità del suo servizio anche su ribalte internazionali.
Inoltre la grande collaborazione con i colleghi campani ha permesso la partecipazione alle Universiadi di un nostro collega impiegato nelle manifestazioni di nuoto.

La Basilicata, inoltre, ospiterà quest’anno, insieme a Sardegna e Toscana, il Campionato italiano di Motorally: saremo orgogliosi di collaborare nuovamente e con lo stesso entusiasmo dello scorso anno con gli amici dell’ équipe del Piemonte.

La crisi economica degli ultimi anni ha fatto registrare una diminuzione di manifestazioni, anche se, nel 2019, c’è stato un incremento che fa pensare ad una futura ripresa. 

Con grande capacità ed entusiasmo, il presidente Petraglia guida una squadra che si avvale di 31 cronos, di cui 5 benemeriti e 4 allievi.

Non dobbiamo poi dimenticare che in passato abbiamo ospitato grandi manifestazioni come il Rally europeo delle 500 Fiat, con un impegno di 45/50 cronos al giorno e con l’intervento di tutte le Associazioni del Sud per ben tre giorni effettivi di gara. Mi piace, a tal proposito, farvi partecipi di un bellissimo ricordo personale: fu in quell’occasione che conobbi mia moglie Fabiana, del gruppo dei cronos cagliaritani.
I nostri sguardi si incrociarono all’inizio di una prova speciale e da allora non hanno mai smesso di cercarsi.
Tra le manifestazioni di spicco in cui siamo stati impegnati ricordo anche il MotoRally in Sardegna, la quarta prova di Coppa del Mondo ciclismo su pista con il fotofinish a Cagliari, e la partecipazione alla Targa Florio in Sicilia.
Lasciatemi sottolineare che andare a cronometrare fuori regione non è solo un modo per collaborare con le altre Associazioni, ma serve a confrontarsi, crescere tecnicamente e rapportarsi con persone che hanno la stessa nostra passione: cronometrare!
Ultima nota, ma non certo per importanza: nel 2019 l’Associazione di Potenza è stata insignita della Stella Coni d’argento al Merito sportivo.
Oggi, mentre scrivo queste righe, come tutta l’Italia stiamo vivendo nostro malgrado l’emergenza Coronavirus e siamo tutti confinati nelle nostre case.
A noi cronos lucani, come presumo a tutti i cronos, sembra strano passare le domeniche a casa con le nostre famiglie, non vedersi in Associazione, per sistemare o preparare…

Insomma, ci mancano molto i momenti di vita associativa. Pur di avere un contatto umano con i presidenti d’Associazione e i vari cronos che hanno incarichi, oggi con le videochiamate riusciamo a vederci e parlare tra noi riducendo un po’ l’isolamento e vincendo, soprattutto, la tristezza e l’angoscia di questa vita da “reclusi”.

Entusiasti dell’invito del presidente federale Ravà, abbiamo fatto una prova di collegamento tra noi per preparare un corso per tutti i cronos, gettando così le basi per un corso interessante che, siamo convinti, servirà molto ai partecipanti.

Così come sono certo che, dopo questa pausa obbligata, la mia splendida Terra di Basilicata sarà pronta ad affrontare la ripresa.
Con l’investimento umano e delle Associazioni, con l’aiuto della nostra Federazione presente sul territorio, con la capacità tecnica, la caparbietà e l’entusiasmo che contraddistingue i cronometristi, riusciremo a ricominciare per affrontare al meglio le attività sportive di alto livello qualitativo che stanno crescendo sul territorio.

Taglio del nastro per l’inaugurazione della nuova sede dell’Associazione di Potenza.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com