Le Cronache Lucane

CISL: BASILICATA CONFUSIONE SUL LAVORO AGILE

Per il sindacato, gli uffici pubblici sono in ritardo alla sfida dell’ emergenza coronavirus

 

La Pubblica amministrazione italiana sta adottando il cosiddetto lavoro agile per affrontare l’emergenza coronavirus.

Per le attività che per loro natura non possono essere oggetto di lavoro agile le Amministrazioni nell’ambito del loro esercizio datoriale potranno adottare strumenti alternativi quali: la rotazione del personale, la fruizione di congedi, la banca ore o le ferie pregresse. Sul tema intervengono

Giuseppe Bollettino Segretario Generale FP Cisl Basilicata e  Luana Franchini Segretaria Cisl Basilicata che dichiarano: le risorse nel processo di informatizzazione, di digitalizzazione, lo smart working ed il telelavoro sono la sfida lavoro del futuro della PA e non solo, sarebbe un peccato non vivere  questo difficile momento storico come una grande opportunità di modernizzazione dei servizi pubblici in un territorio come quello lucano che può sopperire alle sue criticità strutturali grazie ad un uso esteso delle tecnologie. In queste ore infatti stiamo assistendo ad una confusione organizzativa per  cui alcuni  dirigenti non esercitano funzioni direttive chiare verso i funzionari e non si adoperano a mettere in atto quanto disciplinato dalle indicazioni della Funzione Pubblica.

Siamo davanti ad una sfida o usare questo tempo per metterci al pari del livello organizzativo della media delle regioni italiane oppure perdere questa opportunità e scivolare verso una arretratezza organizzativa dei servizi».

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com