Le Cronache Lucane

CORECOM, IL “CARO” MARRA: PIÙ RIMBORSI SPESE

In allerta Coronavirus, il presidente pensa ad aumentarsi i buoni viaggio

 


Pochi atti, ma eufemisticamente “buoni”. Potrebbe essere questa la sintesi descrittiva dell’ancora breve mandato al Corecom di Basilicata, del presidente leghista Antonio Donato Marra. Carmine Cicala, in qualità di presidente del Consiglio regionale, lo ha nominato l’ottobre scorso. Finora Marra a parte l’insediamento, si è distinto per una polemica, dalla Rai ignorata, riguardante la partecipazione di un cantante a Sanremo tacciato di sessismo, anche se nel testo presentato non c’è un riferimento uno al genere femminile, di qui il la non curanza citata, e per l’inopportunità politica del Convegno, il primo del suo mandato, organizzato, ma per ora slittato causa Coronavirus, proprio ad Acerenza dove sino a un attimo prima dell’incarico da parte di Cicala, è stato consigliere comunale. Convegno sulla “Tutela del consumatore” per il quale è stato predisposta una gara d’appalto, vinta dalla società del sindaco di Vietri di Potenza, dal valore a base d’asta di oltre 14mila euro, iva inclusa, il cui capitolato è piuttosto unico nel suo genere. A parte voci di costo discutibili, dalle litografie di Acerenza, alla security fino, per citare qualche esempio, alla cena di benvenuto che appresi i dettagli sembra ricordare certa opulenza romanica, c’è l’affitto della location dalla Curia Arcivescovile che «ha un costo», specificano i documenti, senza però precisare quale. Dal Corecom e dal presidente Marra, pochi atti, ma eufemisticamente “buoni”. Dopo il caso del Convegno ad Acerenza, con contestuale querela a Cronache Lucane per aver sollevato legittimi dubbi sull’inopportunità politica dell’evento, in piena allerta Coronavirus, Marra pensa ad incrementare il budget dei suoi rimborsi spese. Per il presidente dell’Organismo conciliatore, è l’attività primaria del Corecom, che non concilia, e che ha inficiato la propria imprescindibile  condizione di terzietà, servono più soldi. E gli aggiornamenti non mancano. L’ultimo alla denominazione «variazione compensativa». Di provvisorio, più che l’esercizio, dato che Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2020-2022 non è stato approvato entro il 31 dicembre scorso, sembrano esserci solo certi costi che da un tot, salgono. La variazione in senso neutro apre a un bivio: in aumento o in diminuzione. Nel caso di Marra, la risposta corretta coincide con la prima alternativa: in aumento. Per «garantire le spese» del Presidente del Corecom di Basilicata servono più soldi, pubblici sottinteso. Al presidente del Corecom, come lo è Marra oltre a percepire una indennità pari al 20% dell’indennità di carica lorda del Consigliere Regionale, viene concesso anche un rimborso spese di viaggio se non risiedono nel luogo di riunione del Comitato, che è Potenza. Ma a Marra «per le spese del presidente» serve di più. Così dagli uffici competenti è stata predisposta l’espansione della dotazione finanziaria: in arrivo altri 3mila e 100 euro. Per ora, in futuro non si sa che il budget rimborsi “subisca” ulteriore rialzo. Per una sorta di meccanismo dei vasi comunicanti, il presidente Marra, con l’eventuale avallo del dirigente dell’Ufficio gestione degli organi politici e del personale che ne fa richiesta, potrebbe, per esempio, rosicchiare altri soldi dai rimborsi spese previsti per i componenti eletti del Consiglio regionale in missione fuori regione. Attualmente a loro, nel 2020, sono rimasti 16mila euro. Marra, considerando il solo aumento dei 3mila e 100 euro, prende il triplo di quanto un consigliere regionale, se si divide il totale escludendo il presidente Cicala, prende per missioni fuori la Basilicata. Sulle questioni connesse al Convegno del Corecom ad Acerenza, il presidente Marra, dovrebbe valutare di rassegnare le dimissioni. In alternativa, chi di competenza, come il presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala, che gli ha affidato l’incarico lo scorso ottobre, o lo stesso Presidente Bardi, potrebbe, invece, vagliare la destituzione di Marra dalla carica. Gli aggiornamenti, però, sul fronte Corecom Basilicata non mancano e non mancheranno. Continua…

Ferdinando Moliterni

3807454583

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com