STREPITOSA PRESTAZIONE DEL LUCANO DANIELE DI CEGLIE 54º su 7460 ARRIVATI

Condividi subito

DANIELE DI CEGLIE

 


Daniele Di Ceglie : Trofeo del cielo WMMRC 2019

Per Daniele si tratta della migliore prestazione stagionale LUCANA sulla MARATONA, 54º assoluto a Firenze tra i 60 classificati sui 7460 ARRIVI ~ 12º ITALIANO al traguardo 

54 ~ 46 ~ 21 ~ 6652 ~ DI CEGLIE DANIELE ~ PODISTICA AMATORI POTENZA
Dettagli ~ ITA ~ SM ~ 2h42’04” ~ 2h41’54” {Realtime}

 

IL COMMENTO A CALDO DI DANIELE DI CEGLIE :

Certo correre una maratona a 10 giorni da un infortunio alla schiena mi ha messo a dura prova, avere la paura di correrla rischiando di nuovo un blocco, partire con le chiappe indolensite e con il pensiero degli ultimi allenamenti falliti, dopodiché lo sparo ed eccola la cazzima che mi sale, ormai ci sono dentro la voglia di riprendermi una rivincita e via verso il traguardo, 2h42’04” finalmente

 

 

Maratona di Firenze, vince l’etiope Bekele

Maratona di Firenze, vince l’etiope Bekele

Comunicato ufficiale a cura di Carlo Carotenuto

Firenze Marathon 2019: vincono Bekele e la debuttante inglese Piasecki. Elisa Stefani e Alessio Terrasi primi italiani
Il pratese Giagnoni fa il poker e il primato personale fra i diversamente abili

Edizione senza pioggia la Asics Firenze Marathon 2019 numero 36 contraddistinta da una grande gara femminile.
La vittoria in campo maschile è andata all’etiope Sahlesilassie Bekele in 2 ore 10’14”, crollato a terra subito dopo il traguardo di piazza Duomo, felice ma esausto, dopo aver chiuso a soli 4 secondi dal suo primato personale.
Secondo il keniano Asbel Kipsang (2h11’55″) che aveva vinto la maratona di Firenze nel 2014.
Terzo posto per il marocchino Hicham Boufars in 2h13’29” che ha corso la sua quarta Asics Firenze Marathon.

Primo degli italiani è stato Alessio Terrasi del Gp Parco Alpi Apuane che ha chiuso in sesta posizione in 2h19’53” a una trentina di secondi dal suo primato personale fatto nel 2018 a Ravenna quando si era laureato Campione italiano di maratona.

Tra le donne ha vinto l’inglese Jess Piasecki,oggi al debutto in maratona all’Asics Firenze Marathon, in 2h 25’29”, felicissima all’arrivo, per un crono che non si aspettava così positivo e che le concede importanti possibilità per guadagnarsi un pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Completano il podio femminile la etiope DinkneshTefera con 2h26’47’’ e Salina Jebet del Kenia, con 2h30’28”.

Quarta classificata e prima italiana a tagliare il traguardo Elisa Stefani (Asd Brancaleone) che ha fatto il suo primato personale terminando la maratona in 2h31’57’’. Anche lei, che non è atleta professionista e alterna gli allenamenti al lavoro, si lancia verso la possibilità di guadagnarsi un pass per Tokyo con una maratona da correre in primavera.


Prima atleta tesserata per società toscana, Linda Nocentini, dell’Atletica Castello, 24esima donna in 3:06’19”.

Alle 8.30 erano partiti, sempre da piazza Duomo, 7754 atleti (circa duecento atleti in meno rispetto al 2018, in ogni caso seconda maratona di Italia per numero di partecipanti); il via dato dall’assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione.

HANNO DETTO
“Sono contento della mia vittoria – ha detto il vincitore Bekele – anche se non è stato per nulla semplice. Siamo passati alla mezza maratona in 1h04’28”, siamo stati sempre un gruppo di cinque fino al 30km, poi ho provato ad accelerare ed è andata bene, ho visto non tenevano il mio passo e ho tenuto duro fino alla fine”.
E’ soddisfatto anche Alessio Terrasi, siciliano di Altofonte, il paese del mitico Salvatore Antibo: “Dopo Ravenna finalmente sono tornato in maratona e sono molto soddisfatto. Una giornata perfetta per correre e tanto tifo sulle strade. Ho fatto 1h10’07” per me al passaggio alla halfmarathon, dunque ho corso una seconda parte di gara più forte. Peccato per il primato personale mancato ma sicuramente è stata una bella gara e sono contento”.

È festa anche per la debuttante britannica Piasecki: “Cosa volere di più per la mia prima maratona, ora penso seriamente alla possibilità di andare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, staremo a vedere ma intanto mi godo Firenze. Siamo passati in 1h14’31” alla mezza maratona, un ritmo tranquillo, ho gestito le energie per poi dare il massimo nella seconda metà che ho corso in 1h11’”.
Sorride anche Elisa Stefani, prima italiana: “Un primato personale che conferma quanto è bravo anche Maurizio Di Pietro il mio allenatore. Il tempo di 2h31’57” è oltre un minuto e mezzo in meno rispetto a quanto avevo fatto a maggio a Praga. Devo dire grazie a Firenze. Ho trovato tanta energia oggi sulle strade, tanto pubblico, festoso, caloroso come non succede nelle altre maratone, e questo risultato mi fa ben sperare per fare belle cose nel 2020”.

GIAGNONI BIS TRA I DIVERSAMENTE ABILI
Come sempre alla Firenze Marathon tanta attenzione anche alla competizione riservata ai diversamente abili con le “carrozine”. Per il quarto anno consecutivo s’impone Christian Giagnoni, atleta pratese del Team Active La Leonessa che ha chiuso davvero forte, col primato personale di 1:13’23” (l’anno scorso aveva vinto in 1h17’28”). “Sono molto felice di aver completato la mia stagione con questo bel successo, cercato e voluto. E’ andata davvero bene, pubblico fantastico, città bellissima, è sempre bello correre qui”, ha detto dopo l’arrivo.
Secondo è stato Alberto Glisoni del Team Alove con il tempo di 1:22’36”. Terzo Davide Cortini dell’Appennino Bike 1:23’01”.

Qui la classifica riservata alla categoria Diversamente Abili:

 

https://tds.sport/it/race/10561

Appuntamento per l’edizione numero 37 al 29 novembre 2020.

QUI LA CLASSIFICA COMPLETA:

https://tds.sport/it/race/10561

La Firenze Marathon comunica che a causa di una fuga di gas in una strada lungo il percorso all’altezza del km 40 della maratona di oggi, per garantire l’incolumità e la sicurezza dei concorrenti, di comune accordo con Polizia Municipale e Vigili del Fuoco, è stato necessario far effettuare ai concorrenti una piccola digressione del tracciato di gara.
Si precisa inoltre che il “taglio” è stato di circa 600 metri, all’altezza del Lungarno Vespucci ed è stato bloccato dopo il passaggio dei primi 60 concorrenti, pertanto (ferma restando la classifica) per l’omologazione dei tempi dei sucessivi concorrenti ai fini delle graduatori nazionali e internazionali ogni decisione è demandata alle decisioni della Federazione italiana di atletica leggera.

 

***

Sono stati 7460 coloro che sono arrivati al traguardo in piazza Duomo per la 36esima edizione della Asics Firenze Marathon. L’ultimo è stato Carlo Tritto, che ha chiuso in 6 ore 20’07” 

 

 

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com