UN”PIANTO DI SIRENE”PER I VVF DI POTENZA

Condividi subito


Quando vediamo passare i mezzi a sirene spiegate dei Vigili del Fuoco, il primo pensiero è: cosa sarà successo? Chi andranno a salvare? Ma questa mattina, purtroppo, le sirene della Caserma di Potenza non erano un allarme, ma un canto d’addio. Mentre nella Cattedrale di Alessandria si celebravano i funerali di Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo, con i feretri portati a spalla dai colleghi delle tre vittime dalla tra due ali di folla, gli uomini di Potenza erano in fila, in silenzio per quei colleghi piemontesi, che hanno trovato la morte in una cascina dell’alessandrino. Le bare, avvolte dal tricolore, sono state adagiate su un tappeto rosso davanti all’altare. Sopra il casco da vigile del fuoco. Sullo sfondo le note dell’organo, mentre a Potenza erano in divisa, immobili, quasi a far battere i cuori all’unisono in un applauso corale che abbracciasse le vittime e i loro familiari. Una corona di fiori è stata deposta nel cortile della caserma, per ricordarli oggi, per ricordarli sempre.  Abbiamo raccolto le parole di Emanuele Franculli, Direttore Regionale Vigili del Fuoco.


Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com