Le Cronache Lucane

69^GIORNATA VITTIME DEL LAVORO

Condividi subito


La 69^ giornata nazionale delle Vittime di incidenti sul lavoro promossa da ANMIL Sezione di Potenza si è svolta ieri ad Avigliano, dove si è proceduto con il corteo che ha percorso Viale Verrastro, Corso Gianturco e Via Libertà. A seguire la Santa Messa in suffragio dei Caduti sul Lavoro nella Basilica Pontificia Minore celebrata dal S. E. Monsignor Salvatore Ligorio e a conclusione il Corteo accompagnato dalla Banda Musicale, i gonfaloni delle Pubbliche Amministrazioni e le bandiere associative, fino al Monumento dedicato alle Vittime del Lavoro nella Villa Comunale per la deposizione di una corona di alloro, mentre la Cerimonia Civile si è tenuta nella Sala del Chiostro Comunale, dove è intervenuto il Presidente territoriale ANMIL, Giuseppe Diovisalvi di Muro Lucano: «Purtroppo sempre più persone – ha asserito- perdono la vita sul luogo di lavoro, ed è quasi paradossale calcolando che siamo in una regione in cui si lamenta sempre la mancanza di lavoro. Credo dunque che si tratti di un fattore essenzialmente culturale, e che purtroppo, se non si cambia questo aspetto, continueremo a piangere vittime di “morti bianche” oltre che infortunati e molti mutilati». L’Inail riporta dati in negativo: nel 2018 con 4632 incidenti aveva fatto registrare un calo dell’1,7% rispetto al 2017, ma sono aumentati gli incidenti mortali nella nostra regione. Per quanto riguarda le morti il 2018 ha contato 18 decessi, un dato in aumento rispetto alle 12 vittime del 2017. Sconcertante invece che per il 2019 sono già 13 le vittime di infortuni avvenuti sul luogo di lavoro. Numeri confermati nella giornata aviglianese dal Direttore regionale Inail Carmen Angiolillo.La giornata celebrata a livello nazionale ha visto il patrocinio del Presidente della Repubblica, il quale nel suo messaggio inviato all’Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, sollecita «le istituzioni e le comunità a reagire con determinazione e responsabilità per prevenire tragedie che continuano a essere quasi quotidiane».

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: