FALSI INVALIDI, REVOCATI GLI ARRESTI DOMICILIARI

Condividi subito


Falsi invalidi nel Potentino e truffe all’Inps: non c’è l’associazione a delinquere. E’ quanto stabilito dal Riesame di Potenza che accogliendo i ricorsi della “cricca” ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per l’avvocatessa Carmela Abbate (difesa dall’avvocato Malta), per i medici Francesco Di Giovanni (difeso dall’avvocato Lorusso) e Umberto Sica (difeso dal professor Cimadomo e dall’avvocato Napoli), e per Antonio Covella (difeso dagli avvocati Di Lena e Sannella) e Annina Di Giacomo (difesa dall’avvocato Lorusso). Al medico Aurora Leone De Magistris già il Gip, a seguito dell’interrogatorio di garanzia, aveva revocato l’interdizione dalla professione. Per l’accusa Covella, Di Giacomo, Abbate e Trapanese erano i promotori e organizzatori della presunta associazione a delinquere, che per il Riesame, invece, non c’è, mentre i medici erano coinvolti in qualità di meri partecipi.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583