Le Cronache Lucane

FUGGONO ALLA VISTA DEI CARABINIERI, ARRESTATI

Due pugliesi fermati tra Palazzo San Gervasio e Venosa: avevano oggetti da scasso e auto rubata

I Carabinieri  della Compagnia di Venosa hanno arrestato in flagranza di reato due uomini, di 31 e 48 anni, residenti nel barese, ritenuti responsabili di resistenza a pubblico ufficiale.
Entrambi sono stati denunciati anche per i reati di ricettazione, riciclaggio, uso di atto falso e porto in luogo pubblico di armi e oggetti atti ad offendere.
I due uomini, provenienti da Palazzo San Gervasio e diretti verso Venosa, accortisi della pattuglia dei militari che stava sopraggiungendo, hanno tentato la fuga, allontanandosi a forte velocità.
Ne è scaturito un inseguimento per circa 4 chilometri, nel corso del quale i malfattori hanno anche effettuato  manovre pericolose per sottrarsi ai Carabinieri, con l’arrivo di un’altra pattuglia si sono visti costretti ad abbandonare il mezzo, tentando invano di dileguarsi a piedi per le campagne limitrofe  ma sono stati  immediatamente bloccati.
La perquisizione eseguita dai militari sull’auto ha consentito di rinvenire e sequestrare  una tronchese, tre walkie-talkie, numerosi arnesi da scasso nonché due targhe che, come quelle applicate sul veicolo fermato, sono risultate essere palesemente contraffatte.
I successivi accertamenti, effettuati sullo stesso veicolo, anch’esso sequestrato, hanno permesso ai Carabinieri di stabilire che l’autovettura era oggetto di furto denunciato a Bari nel maggio dello scorso anno.
I due soggetti dopo l’arresto sono stati portati nella casa circondariale di Potenza.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com