Ing. GIUSEPPE IUELE : può essere che una pista e le vie di fuga siano su una golena?

Condividi subito

Ing. GIUSEPPE IUELE

Da parte dell’Ing. GIUSEPPE IUELE, riceviamo e volentieri pubblichiamo, una riflessione sul tema PARCO Fluviale del BASENTO 

È singolare che in un alveo, ovvero nello spazio compreso tra due argini “maestri”, quindi savanella e golene, si decida di abnegare non già solo ad una norma imperante, quanto alla tutela pubblica che con quella norma (in realtà più d’una) si vuol garantire.

E non è un fatto di sola osservanza formale bensì sostanziale

L’elenco di tragedie immani verificatesi proprio nelle zone golenali d’alveo dovrebbero farci riflettere che un fiume, quando arriva l’onda di piena, non avvisa chi si trova in “alveo”, soprattutto là dove le caratteristiche idrologiche del bacino e di deflusso dell’asta, non permettono laminazioni a monte.

La piena, magari con un tempo di ritorno alto, è talmente repentina e vorace che, se va bene, si riappropria di tutto l’alveo tra gli argini maestri (per piccoli che siano) e, quasi sempre, esonda gli argini stessi!

Ciò detto, può essere che un attraversamento termini su una golena?

Può essere che una pista e le vie di fuga siano su una golena?

In che direzione devono fuggire le persone per trovare un varco per risalire sopra all’argine maestro e mettersi in salvo? (cfr. segnaletica nelle gallerie stradali ed i cartelli monitori con sistemi attivi di allarme idraulico).

IN QUESTO il senso e la sostanza di un parere idraulico ex RD 523/1904 richiesto per tutte le opere che interferiscono con il corso d’acqua e ne possono impedire il libero deflusso ….. da non confondere e ridurre il “corso d’acqua” alla sola zona in cui scorre l’acqua in condizioni di magra o di stanca ma a tutta la zona compresa tra gli argini maestri!….

del resto, già guardando il catastale di un banale vallone si scopre che ha ingombri abnormi se guardiamo il vallone ma di certo, gli antichi, facendo tesoro dell’esperienza di precedenti esondazioni, si sono tenuti ben lontani dal pensare che quel vallone è sempre innocuo e che quando arriva il suo tempo si riprende tutto lo spazio che gli compete!….

e l’acqua di una piena non guarda in faccia a nessuno!

SI PRENDE E RIPRENDE QUELLO CHE VUOLE E CHE TROVA DAVANTI AD IMPEDIRGLI IL DEFLUSSO. THINK ABOUT 

***

**

*

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com