LOTTA AL LAVORO IRREGOLARE

Condividi subito

Il Contrasto al lavoro irregolare al centro della seduta della seconda commissione consiliare. Con l’audizione del componente del tavolo nazionale anticaporalato, Simonetti, l’organismo presieduto da Braia, è stato messo al corrente di quanto fatto in tema di lotta al lavoro irregolare e al caporalato, di ciò che sarà necessario fare per non perdere fondi, di nuovi progetti per sperimentare nuove forme di accoglienza. Da parte di Braia parole di ringraziamento per Simonetti per l’impegno profuso nel corso degli anni.

Ricordando quanto accaduto lo scorso agosto nel complesso “La Felandina”, Simonetti ha ricordato che quell’area si sarebbe potuto far partire un progetto di accoglienza. I soldi ci sono e ora bisogna procedere celermente. Un’audizione che è servita anche ad annunciare una novità: un accordo raggiunto con i Ministeri degli Interni e del Lavoro per utilizzare parte dei 60 milioni di euro Pon per fare un accordo con i Comuni per la riutilizzazione delle case sfitte, abbandonate e non in sicurezza. Lo Stato finanzia la messa in sicurezza. Il Comune le prende in carico per cinque anni e poi le restituisce al proprietario immigrato. Così, ha sottolineato Simonetti, si potrebbero recuperare 200 o 300 case per ospitare i braccianti e fare anche ripopolamento dei nostri comuni.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com