LA CITTÀ DELLE INFANZIE

Condividi subito

Approda alla terza edizione “La città delle infanzie” dedicata al Mediterraneo delle storie e <<vivendo le storie come uno degli ultimi esercizi di umanità che ci restano, augura il suo benvenuto e il suo buon viaggio a tutti coloro che sull’onda delle narrazioni, incontreranno spose-sirene, navi, pirati, marinai, viaggiatori di ogni dove -racconta la narrazione dell’evento- Magari, in un tempo così rumoroso e frettoloso che ha perso il gusto del dialogo e del reciproco riconoscimento, ascoltare qualche storia può aiutare a fare un po’ di silenzio per tornare a sentire il suono delle meduse in viaggio o le onde ripetere a memoria la sterminata poesia della fine e dei ricominciamenti che è la vita>>. Il programma si snoderà dal 12 al 15 settembre coinvolgendo anche gli istituti scolastici di Potenza con laboratori di reinvenzione di oggetti d’arte ispirati al mare e provenienti dalla collezione del MUSMA di Matera, Conferenze, Inaugurazione MEMORI – Museo Euro-Mediterraneo dell’Oggetto Rifiutato, narrazioni, racconti mitologici, con scrittori, fumettisti, filastrocchieri, scenografi e docenti di storia dell’arte, cantastorie, attori, architetti, educatori, insegnanti di Yoga, fantasiologi, blogger, guide turistiche, artigiani e museologi. <<Ma su tutto, per noi -prosegue a spiegare la nota evento- il Mediterraneo è il posto degli alfabeti, il giardino delle storie che da millenni sono trascorse di mercato in mercato, di bocca in bocca, da una sponda all’altra del mare e hanno educato l’immaginazione ad aprire le porte al mondo, percorrerlo, ospitare chi arrivava da lontano come ci ha insegnato Omero. Il Mediterraneo, quando è stato bordo e non muro, è un luogo che ha educato al sentimento del diverso, una scuola irripetibile delle differenze>>.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com